fbpx

Patente B: tutto ciò che c’è da sapere

lentepubblica.it • 27 Giugno 2019

patente-bLa patente B è la patente più conseguita in Italia perché permette guida e circolazione con le vetture più diffuse. Essa si può conseguire solo dopo aver compiuto i 18 anni di età e previo superamento di due esami di cui uno teorico e uno pratico.


La patente B è la più diffusa in Italia, i dati infatti parlano di quasi 2 milioni di neopatentati solo nel 2018. Questo tipo di patente permette la guida delle vetture più diffuse, ovvero le utilitarie e le monovolume.

Per conseguirla occorre aspettare i 18 anni di età, e superare con successo due esami di cui uno teorico e uno pratico. Tra le informazioni più importanti occorre ricordare che per il rilascio di ogni tipo di patente è necessario un certificato medico specifico che si ottiene dopo un visita medica eseguita dall’Unità Territoriale dell’USMAF SASN.

 

Gli esami della patente

L’esame teorico (o scritto) è composto da 40 domande scelte tra le 7200 indette dal Ministero dei Trasporti italiano. Ogni domanda è un “vero o falso” e può essere accompagnata da una figura. E’ possibile commettere solamente 4 errori, di fatto se si supera questa soglia il test viene giudicato errato.

Il tempo messo a disposizione per completare il test è di 30 minuti.

Se si supera la prova teorica, si può richiedere il “foglio rosa”, documento necessario per le esercitazioni su strada volte al superamento della prova pratica, che ha 6 mesi di validità; dato il tempo di attesa nel rilascio del “foglio rosa” nel frattempo viene rilasciato il “foglio bianco” che ha validità 1 mese.
In ogni caso, per esercitarsi, si deve avere al proprio fianco o un istruttore autorizzato o una persona, in sua funzione, con età non superiore ai 65 anni e con la suddetta patente conseguita da almeno 10 anni.

Prima di poter tentare la prova pratica, il richiedente deve affrontare 3 lezioni di guida obbligatorie, ognuna di 2 ore e che consenta l’esercitazione in casi particolari:

  • Guida notturna.
  • Strade urbane di scorrimento o su strade extraurbane di scorrimento.
  • Autostrade o strade extraurbane principali.

Validità della patente

La patente B è valida:

  • Per 10 anni fino a 50 anni di età (allo scadere di ogni 10 anni occorre fare il rinnovo).
  • 5 anni per chi ha un’età compresa tra 50 e 70 anni.
  • 3 anni per chi ha superato 70 anni.

Tale rinnovo va richiesto alla Motorizzazione Civile e approvato solo se il titolare è ancora in possesso dei requisiti fisici e psichici richiesti.

Le regole per i neopatentati

Nei primi 3 anni di possesso di tale patente si è neopatentati, e si devono rispettare alcune regole quali:

  • Non superare i 100km/h in autostrada e i 90km/h in strade extraurbane principali (art. 117 Codice della strada).
  • Se si commettono infrazioni che comportano la decurtazione punti, a loro saranno sottratti il doppio dei punti (art. 126 bis codice della strada).
  • Inoltre il neopatentato non può guidare automezzi con potenza superiore a 70 kW (95 CV) o con un rapporto peso-potenza di 55 kW (75 CV).

Mezzi autorizzati con la patente B

Con la patente B si è autorizzati alla circolazione con diverse categorie di mezzi:

  • Autoveicoli:
  1. Per il trasporto di persone e di cose (anche autocarri e camper) con un massimo di 8 posti a sedere escluso il conducente
  2. Aventi massa complessiva fino a 3.5 tonnellate
  3. Con rimorchi leggeri (fino a 750 kg) e rimorchi pesanti, a patto che questi non pesino più della massa a vuoto della motrice e che il peso complessivo del mezzo non superi 3.5 tonnellate.
  • Motoveicoli:
  1. Tricicli, quadricicli e motocicli, questi ultimi solo fino a 125 cm3 e 11 kW (se la patente è stata rilasciata prima del 25 aprile 1988, è possibile guidare anche cilindrate superiori). Tale normativa vale solo in Italia in quanto per poterli guidare anche in paesi esteri si deve conseguire un ulteriore esame.
  • Macchine operatrici non eccezionali, come betoniere ed escavatrici:
  1. Questa categoria comprende veicoli dal peso non superiore a 3.5 tonnellate, adibiti al lavoro in cantieri edili o su strada.
  2. Questi possono raggiungere i 40 km/h se dotati di ruote o i 15 km/h se dotati di cingoli con un massimo di 2 posti a sedere, escluso quello del conducente.
  • Macchine agricole, anche eccezionali, come trattori e mietitrebbie:
  1. Qui vengono catalogati i mezzi impiegati nelle attività agricole e forestali.
  2. Questo tipo di veicolo può circolare in strada solo se immatricolato.
  3. Le macchine agricole non eccezionali (cioè quelle che non superano i limiti di sagoma e di massa previsti negli art. 61 e 62 del N.C.d.S.) si possono condurre con le patenti di categoria A1, A2, o A, quelle eccezionali con la patente B.

Altre varianti della patente B

Esistono altre versioni della patente B, quali:

  • Patente B1;
  • Patente BE;
  • Patente B96.

Queste tre patenti si ottengono in modo molto simile alla classica B, in quanto sia le metodologie di esame, sia le restrizioni da neopatentato sono esattamente le stesse. La differenza sostanziale fra le tre tipologie sta nel tipo di veicolo che ognuna permette di utilizzare:

  • La patente B1 si può ottenere già a 16 anni e permette la guida di quadricicli non leggeri, che presentano una massa in ordine di marcia di 450 kg per trasporto persone (categoria L7e), o di 600 kg per i veicoli da trasporto merci; inoltre, non si possono portare passeggeri con se prima dei 18 anni e il motore deve avere una potenza massima di 15 kW. Tali veicoli sono considerati tricicli.
  • La patente BE si consegue quando si ha necessità di utilizzare rimorchi pesanti poichè permette l’uso di un rimorchio con massa massima autorizzata maggiore di 750 kg e fino a 3500 kg.
    La massa massima del complesso non deve superare comunque 7000 kg.
  • La patente B96 è stata introdotta nel 2013, e consente l’utilizzo di rimorchi, come quelli per barche o per moto, e può essere un’alternativa alla BE; infatti consente l’uso di complessi di veicoli (quindi motrice+rimorchio) con massa massima autorizzata superiore a 3500 kg e fino a 4250 kg. Quindi in base al peso del proprio rimorchio, questa è un’opzione da considerare come alternativa alla BE.

Clicca su: patente A, patente C e patente internazionale, per ulteriori informazioni.

Fonte: Articolo: Claudio Bonaccorso
avatar
  Subscribe  
Notificami