fbpx

Una breve guida alla patente C

lentepubblica.it • 4 Luglio 2019

patente-cLa patente C è la più richiesta nel settore professionale perché consente la conduzione di veicoli adibiti al trasporto cose, come camion e mezzi pesanti.


Quali sono le figure che non potrebbero mai fare a meno della patente C? Tra queste troviamo sicuramente coloro che ambiscono a diventare camionisti o, in generale, ad immergersi nel mondo della guida di autoveicoli per trasporto merci.

Patente C

Esistono quattro categorie di patente C:

  • C
  • C1
  • C1E
  • CE

La patente C abilita alla guida di autoveicoli per trasporto cose in conto proprio. Per quanto concerne il trasporto professionale invece adesso è richiesta, in aggiunta alla patente C, anche la CQC merci.

Se si è conseguita la patente C e si vuole fare lo stesso con la CQC (Carta di Qualificazione del Conducente), è necessario frequentare un corso formativo obbligatorio ordinario di 280 ore e superare il relativo esame.

Per conseguire la patente C bisogna essere maggiorenni già in possesso della patente B. L’esame teorico e pratico per la patente C è diverso da quello previsto per il conseguimento della patente B e, per tali ragioni, devono essere sostenuti entrambi.

Non si possono tuttavia guidare subito tutti i veicoli pesanti a 18 anni, a meno che non si consegua insieme la CQC trasporto cose con formazione ordinaria. Diversamente occorre aspettare di compiere 21 anni.

Quali veicoli si possono guidare?

  • Veicoli della categoria B;
  • Autoveicoli per trasporto di cose (e non di persone, sono dunque esclusi gli autobus) aventi massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate, anche trainanti un rimorchio leggero.

Per un approfondimento, invece, relativo alla patente A vi rimandiamo a quest’altro articolo.

Patente C1

Dal 2013 è stata aggiunta la categoria C1 che consente di guidare camion e veicoli di limitato tonnellaggio. Anche in questo caso è necessario avere 18 anni ed essere già titolari della patente B.

Quali veicoli si possono guidare?

  • Veicoli della categoria B;
  • Autoveicoli per trasporto di cose (e non di persone, sono dunque esclusi gli autobus) aventi massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate ma minore di 7,5 tonnellate, anche trainanti un rimorchio leggero;
  • Macchine operatrici eccezionali.

 

 

Patente C1E

È richiesta per la guida di complessi di veicoli composti da:

  • Motrice di categoria C1 e rimorchio con massa massima autorizzata superiore a 750kg a condizione che la massa massima autorizzata del complesso sia minore di 12 tonnellate;
  • Motrice di categoria B e rimorchio con massa massima autorizzata superiore a 3500kg, anch’essa con massa massima autorizzata del complesso minore di 12 tonnellate.

Questa patente si può conseguire solo se si è già in possesso della patente C1

Patente CE

È richiesta per la guida di autocarri e trattori stradali che trainano rimorchi di massa massima autorizzata superiore a 3500kg. Questa patente si può ottenere solo se si ha già la patente C.

 

 

Validità patente 

  1. Le patenti C1, C1E, C e CE valgono 5 anni fino al compimento dei 65 anni;
  2. Chi ha la patente C1, C1E e C dopo i 65 anni deve rinnovarla ogni 2 anni presso la CML.
  3. Chi ha la patente CE dopo i 65 anni se vuole continuare a guidare autotreni e autoarticolati di massa complessiva a pieno carico superiore a 20 t, può farlo fino a 68 anni, ma rinnovando la patente ogni anno presso la CML. Dopo i 68 anni la patente CE viene declassata a patente C

Come conseguire la patente C?

Innanzitutto è necessario ottenere il certificato medico che garantisca le buone condizioni fisiche necessarie alla guida. Occorre poi sostenere un esame orale di teoria che attesti le nozioni e tutta la disciplina del Codice della Strada, infine si procede con il sostenimento di un esame di guida pratica che dimostri la capacità e la competenza manuale nel guidare i veicoli pesanti e i camion.

Ovviamente per ottenere la patente C si devono superare entrambe le prove (teorico-orale e pratica).

Per fare gli esami i candidati hanno 6 mesi, dalla data di presentazione della domanda, per il superamento dell’esame di teoria con due prove a disposizione e 5 mesi, dal mese successivo alla data di superamento della prova teorica, per il superamento della prova pratica di guida, con due prove a disposizione.

In caso di esito negativo dell’esame teorico si deve attendere almeno un mese ed un giorno per ripetere la prova. Per ulteriori informazioni riguardo l’esame teorico leggere su http://www.mit.gov.it/mit/mop_all.php?p_id=20054.

Per sostenere l’esame pratico è necessario essere in possesso del foglio rosa da almeno un mese e un giorno e può essere richiesto il giorno dopo il compimento del diciottesimo anno di età.

Il rilascio del foglio rosa avviene solo dopo aver superato la prova teorica e avrà una validità di sei mesi.

Per ottenerlo bisognerà presentare all’autoscuola la fotocopia dei documenti in corso di validità e il pagamento della quota di iscrizione. Più precisamente è necessaria la seguente documentazione:

  1. Documento in corso di validità;
  2. Patente B;
  3. Codice fiscale;
  4. Permesso di soggiorno per i cittadini extracomunitari;
  5. Certificato medico con marca da bollo;

La visita medica potrà essere effettuata presso l’Autoscuola e ha una validità di 6 mesi.

Per ulteriori approfondimenti cliccare su: patente A, patente B  e patente internazionale.

Fonte: articolo di Valeria Comito
avatar
  Subscribe  
Notificami