lentepubblica

Pianificazione di un viaggio: cosa non dimenticare?

lentepubblica.it • 23 Aprile 2020

pianificazione-viaggioPianificazione di un viaggio: scegliere una destinazione, mettersi in viaggio, godersi la vacanza. Sembra facile ma non lo è: infatti occorre schedulare al meglio tutto per rendere il proprio soggiorno indimenticabile.


L’importante non è il viaggio ma godersi la destinazione: molte volte ci hanno spacciato questo “detto” come una realtà assoluta.

Se torniamo, tuttavia, con i piedi per terra, dobbiamo renderci conto che non è proprio così.

Il viaggio, infatti, merita la sua giusta progettazione: altrimenti il rischio di incorrere in intoppi ed imprevisti è decisamente alto.

Pianificazione di un viaggio

Ogni sua fase è importante e non va trascurata. Per citarne solo alcune:

Qui di seguito, per non dilungarci troppo, ci soffermeremo solo una parte relativa alla pianficazione del viaggio. Vale a dire quella della pianificazione strategica degli spostamenti, che comprende l’importante fase della prenotazione del parcheggio.

Essere esattamente dove si vuole e al momento giusto

Mettere al centro della pianificazione del viaggio la pianificazione degli spostamenti in maniera ragionata è infatti la chiave di volta per evitare tutta una serie di problemi che possono sorgere dopo aver mollato gli ormeggi per immergersi nella tanto attesa vacanza.

Quante volte si fatica a tenere il ritmo del viaggio, soprattutto nei soggiorni con più tappe, se si trascurano aspetti come questo?

Progettare esattamente il punto in cui saremo in ogni determinata fase del tragitto (aeroporto, albergo, museo, mostra d’arte) farà sì che il viaggio possa scorrere in totale serenità.

L’importanza della prenotazione del parcheggio

Ecco: questo è un dettaglio che spesso si trascura. Durante la pianificazione del viaggio, infatti, non ci si pone nemmeno una volta il quesito: “Una volta in aeroporto dove parcheggerò la mia auto”?

Ignorare questo quesito nella maggior parte dei casi ci porta alla scelta, all’ultimo minuto, di un posto di fortuna che, in buona sostanza, rischia di costarci molto caro.

Le tariffe dei parcheggi tradizionali nei pressi dell’aeroporto di riferimento hanno infatti in alcuni casi prezzi proibitivi.

Prenotare online è la soluzione

Per ovviare a questa criticità è possibile infatti prenotare online il proprio parcheggio all’aeroporto in maniera comoda e intuitiva.

Così facendo al fruitore finale è garantita la certezza assoluta di operare la scelta finale al miglior prezzo, grazie al meccanismo di trasparenza garantito dai feedback rilasciati dai clienti.

Case Study: l’esempio dell’Aeroporto di Milano Malpensa

Avete bisogno di un esempio pratico? Concludiamo questo nostro approfondimento mettendo al centro della questione uno degli aeroporti più trafficati di tutta Italia (e probabilmente del mondo): l’aeroporto di Milano Malpensa.

Statistiche ENAV relative al 2019 indicano che  sono transitati dai suoi terminal circa 28,8 milioni di passeggeri e 558.000 tonnellate di merci.

Se da un lato si può pensare al caos di una tale mole di soggetti, dall’altro la pianificazione per coordinare tutti questi movimenti deve essere perfetta. E questo rende l’Aeroporto il campione perfetto per l’analisi.

All’interno dei vari padiglioni dell’enorme struttura, infatti, ci sono grandi possibilità per poter parcheggiare in maniera economica e del tutto sicura il proprio automezzo.

Inoltre l’aeroporto di Milano, come altri grandi aeroporti a livello nazionale e mondiale, offre ai propri clienti una serie di servizi paralleli a quelli tradizionali, che mettono il viaggiatore a proprio agio in ogni aspetto.

Si perché ovviamente collocare la propria vettura in uno spazio adeguato potrebbe essere già la soluzione al problema di partenza. Strutture evolute come quella “meneghina”, tuttavia, provano ad estendere la sfera dei bisogni del cliente verso aspetti magari altrove trascurati.

In aggiunta al parcheggio, infatti, in aeroporto, sono presenti altri servizi accessori, tra i quali:

  • sistema di pulizia interno del parcheggio per un’auto pulita come nuova al ritorno;
  • custodia delle chiavi del veicolo per la sicurezza di non smarrirle durante la vacanza;
  • sistema di navetta gratuito;
  • e infine il valet service, che consente di usufruire di un autista specializzato che raggiunge il cliente al terminal, parcheggia il veicolo e lo riporta a destinazione direttamente allo scalo prestabilito.

Il viaggiatore potrà così godere del viaggio senza più preoccuparsi di questioni “periferiche” come la gestione e la sicurezza del proprio veicolo di proprietà. Un’aspirazione che ogni viaggiatore, in maniera più o meno celata, professa.

 

0 0 votes
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments