fbpx

Il pigiama, un alleato per il riposo ed il relax

lentepubblica.it • 25 Gennaio 2018

alarm-clock-1191561_640Dormire è importante: per riposare in modo comodo e sereno non è da sottovalutare il nostro vestiario e, in questo senso, il pigiama è il nostro migliore amico. Ma può esserlo anche per altri motivi.


 

Il pigiama è un elemento chiave del nostro armadio: dormire e riposare sono infatti attività essenziali al nostro benessere psicofisico e questo indumento, spesso bistrattato in passato, si è trasformato in un accessorio chiave nelle nostre camere da letto.

 

Tuttavia è sempre più diffusa la consuetudine di indossare l’intimo da notte non solo a letto, ma anche quando si desidera un po’ di comodità e di relax alla fine di una stressante giornata, dopo una doccia rinfrancante o un profumato bagno ristoratore.

 

Ma non solo in casa: il pigiama può essere certamente sdoganato dal mero utilizzo casalingo. Soprattutto quando si parla al femminile, indossarlo delinea una nuovissima tendenza tesa a mettere in evidenza un look naturale ed elegante, adatto a una donna che vuole essere sempre all’ultima tendenza.

 

Da articolo meramente notturno ha subito un celere e naturale upgrade verso qualcos’altro, un oggetto che sfugge ad una precisa definizione, collocandosi a metà tra un capo di vestiario intimo e un indumento casual da mettere addosso durante la routine quotidiana.

 

In base a questi presupposti, molte ragazze amano infatti indossare questo capo d’abbigliamento anche outdoor, ad esempio durante le sessioni di yoga e pilates.

 

Solitamente i pigiami da donna in cotone sono costituiti da due pezzi: una maglia e i pantaloni lunghi. Prerequisito per tutti e due i capi è che essi siano appositamente larghi: infatti a questa libertà del corpo deve necessariamente corrispondere la comodità necessaria al giusto riposo.

 

Quali possono essere le principali discriminanti per la scelta dell’articolo più adeguato? Sicuramente le seguenti:

 

  • Morbidezza,
  • Comfort
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo

 

Tra i tessuti certamente più utilizzati per realizzare i pigiami da donna ci sono il cotone e le fibre naturali, i sintetici di ultima generazione e quelli preziosi che riflettono la luce.

 

Anche nei colori si può dare spazio ad uno stile più classico, con modelli a tinta unita semplici ed eleganti: da colori caldi come rosso bordeaux, lilla fino a tinte più fredde come blu scuro o grigio; oppure selezionare fantasie di colori più stuzzicanti, che miscelino varie creatività cromatiche con uno spiccato gusto estetico.

 

Date queste premesse si può formulare, in conclusione, il seguente assunto: il pigiama rappresenta senza dubbio quell’elemento che funge da anello mancante tra che è in cerca di praticità e chi ha un occhio di riguardo per lo stile.

 

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami