Pneumatici invernali nel periodo estivo: le sanzioni previste

lentepubblica.it • 6 Aprile 2017

cambio-gomme.estive.invernaliQuali sono le sanzioni previste per chi non sostituisce le gomme invernali che ha montato sulla propria auto durante i mesi più freddi dell’anno con quelle estive?


 

Il prossimo 15 aprile terminerà “ufficialmente” la stagione invernale per quanto riguarda i pneumatici: a partire da quella data gli automobilisti dovranno provvedere a sostituire le gomme invernali che hanno montato sulla propria auto durante i mesi più freddi dell’anno con quelle estive, per poter affrontare in condizioni di totale sicurezza i successivi mesi alla guida.

 

Fino a quella data, inoltre, gli automobilisti dovranno avere – in caso non abbiano montato pneumatici specificamente invernali sulle loro auto – al seguito le catene da installare in caso di necessità. Ecco perché è importante conoscere quali gomme sono montate sulla nostra vettura e soprattutto che differenza c’è fra pneumatici invernali ed estivi: chi vuole saperne di più può trovare tutte le informazioni di cui ha bisogno nel sito gomme-auto.it, punto di riferimento per gli automobilisti in fatto di pneumatici.

 

Pneumatici invernali in estate: cosa prevede la legge

 

Come spesso avviene quando si ha a che fare con la legge, bisogna mettere in conto delle eccezioni: in linea di massima i pneumatici invernali non possono essere montati nel periodo estivo, tranne nel caso in cui il loro indice di velocità risulti uguale oppure superiore a quello che viene indicato sulla carta di circolazione del proprio veicolo. Altro aspetto da tenere d’occhio sono le date: la scadenza fissata per l’utilizzo dei pneumatici invernali è il 15 aprile, ma gli automobilisti disporranno di un mese di deroga – dunque fino al 15 maggio – per provvedere alla sostituzione delle gomme. Fino a quella data, non subiranno sanzioni in caso di controlli se la vettura avrà ancora montate le coperture invernali. Nei siti specializzati come gomme-auto.it si possono trovare indicazioni e chiarimenti utili per conoscere tutti i parametri dei pneumatici, come ad esempio l’indice di velocità, per capire se si stanno rispettando le regole del Codice della strada oppure no.

 

Pneumatici “sbagliati”: le sanzioni

 

A partire dal 16 maggio, chi ha a bordo della propria vettura pneumatici invernali è soggetto a sanzioni nell’eventualità di un controllo, naturalmente solo se l’indice di velocità dei pneumatici è inferiore a quello riportato sulla carta di circolazione; il Codice della strada prevede delle sanzioni di tipo amministrativo che partono da un minimo di 422 euro e arrivano ad un massimo di 1695 euro e alla multa può aggiungersi il ritiro della carta di circolazione. È necessario poi informarsi sul limite previsto per le gomme invernali in base alla zona di residenza: in alcune province, infatti, il termine massimo non è il 15 aprile bensì il 15 marzo (come ad esempio nelle province di Biella o Campobasso), in altre il 31 marzo e, nelle aree più fredde, il 30 aprile. Per non farsi cogliere con i pneumatici “sbagliati” sulla propria vettura è indispensabile documentarsi sulla validità temporale delle norme da rispettare nella propria regione. Chi deve sostituire le gomme della propria auto, infine, può disporre di un valido alleato nel sito gomme-auto.it, all’interno del quale potrà trovare i pneumatici estivi (o all season) più adatti per la propria vettura e per le sue esigenze, acquistando in pochi click e ricevendo direttamente a casa (o presso il gommista di fiducia) i pneumatici ordinati.

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami