Pneumatici invernali: quali montare e perché sceglierli per la propria auto

lentepubblica.it • 11 Novembre 2016

pneumatici invernali

Inverno ormai alle porte. Scattano gli obblighi per il passaggio dalle gomme estive a quelle invernali per garantire maggior sicurezza su strada.
Ma perché i pneumatici invernali sono così importanti ? Analizziamo nel dettaglio la loro struttura e le loro caratteristiche.


La stagione invernale è ormai prossima. Temperature in abbassamento in tutta Italia, e di conseguenza, viabilità su strade e autostrade soggetta alle condizioni climatiche avverse. Per garantire maggior sicurezza alla guida della propria automobile in questo periodo, è consigliato l’utilizzo degli pneumatici invernali. Il Codice della Strada, infatti, prevede una normativa che sollecita gli automobilisti a dotarsi di:

  • gomme termiche;
  • catene da neve.

Per alzare il livello di sicurezza e affidabilità su strada.

 

La legge che dice?

L’articolo n°6 introdotto dalla legge n°120 del 29 Luglio 2010 raccomanda l’utilizzo di pneumatici invernali antisdrucciolevoli nel periodo compreso tra il 15 novembre e il 15 aprile.

L’arco di tempo in cui è in vigore la normativa, può variare da quella indicata a seconda delle varie zone geografiche. Gli enti regionali o gestori di specifiche tratte, in piena autonomia hanno la possibilità di anticipare o posticipare i tempi di valenza dell’obbligo.

Gomme invernali, le caratteristiche e i vantaggi

Spesso conosciute anche come “gomme termiche” o “da neve” gli pneumatici invernali assumono un ruolo di particolare importanza per la sicurezza stradale in vista delle temperature previste per i prossimi mesi.

Parliamo, per l’appunto, di coperture adatte alle basse temperature dei fondi stradali. Rispetto agli pneumatici standard o estivi, le gomme invernali hanno un maggior livello di aderenza sotto i sette gradi dell’asfalto, garantendo, dunque, stabilità e maggior comfort alla guida.

La particolare struttura del battistrada è composta da lamelle speciali il cui compito è quello di drenare tutta l’acqua accumulata in caso di superfici bagnate per offrire un grip migliore. Di conseguenza migliorano le prestazioni dell’auto riguardo la tenuta di strada e controllo di guida.

Maggior aderenza è sinonimo anche di minori spazi di frenata e minori rischi di slittamento, con fenomeni di aquaplaning nettamente minimizzati rispetto alla media.

Gli pneumatici invernali, inoltre, comportano anche un vantaggio non da poco sotto il profilo economico: investendo sull’acquisto di questi ultimi infatti, si ha la possibilità di alternarli ogni sei mesi con gli pneumatici standard, garantendo così una maggior durata e una minor usura del battistrada per entrambi, rimandando dunque i tempi per ulteriori nuovi cambi gomme.

 

Pneumatici invernali, i consigli per la propria auto

Un buon pneumatico invernale dovrebbe essere dotato della marcatura 3PMSF (Three Peaks Mountain Snow Flake), un tipo di certificazione che contraddistingue una gomma termica con un grado di affidabilità maggior del 7% in più rispetto alle normali gomme invernali M+S (mud+snow). E’ facilmente riconoscibile da un logo con un fiocco di neve inserito all’interno di una montagna a tre cime. Un buon compromesso qualità prezzo è rappresentato dalla gamma invernali dei pneumatici Nokian, disponibile in tutte le misure per l’acquisto sul sito EuroimportPneumatici.com.

I pneumatici Nokian

Nokian WRD4 è un tipo di gomma che si adatta a diverse tipologie di auto e ha come principale caratteristica la classe A di certificazione europea di aderenza sul bagnato. Questo pneumatico garantisce maggior grip in ogni circostanza su diverse strade invernali, così come ottime sono stabilità e precisione di guida riscontrate, ottenute grazie a tasselli e intagli del battistrada che permettono all’auto di esprimersi con performances migliori. Le lamelle centrali, inoltre, contribuiscono a migliorare la precisione di guida e l’handling. La mescola è a base di silicio e olio di canola e permette di raggiungere maggior sicurezza sulle basse temperature, in particolare su percorsi ghiacciati o innevati.

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami