fbpx

Agevolazioni “prima casa” in comproprietà: regole per le forze armate

lentepubblica.it • 8 Aprile 2015

forze armate, difesaSono un poliziotto. Ho acquistato un’abitazione “prima casa” con mia moglie. Considerato che lei non può trasferire la residenza presso l’immobile acquistato, a cosa andiamo incontro?

 

Marco M.

 

Ai fini della fruizione dell’agevolazione “prima casa”, gli appartenenti alle forze di polizia e alle forze armate sono esonerati dalla necessità di avere la residenza (o di trasferirla entro diciotto mesi) nel comune ove è ubicato l’immobile. Tuttavia, in caso di acquisto in comproprietà con il coniuge (non appartenente a forze armate o di polizia), quest’ultimo è tenuto ad avere la residenza (o a stabilirla entro 18 mesi dalla conclusione dell’atto di compravendita) nel territorio del comune in cui è situato l’immobile (articolo 1, tariffa parte I, nota II-bis, Dpr 131/1986). In caso contrario, è prevista la decadenza pro quota dai benefici di legge.

Fonte: Fisco Oggi, Rivista Telematica dell'Agenzia delle Entrate - articolo di Gianfranco Mingione
avatar
  Subscribe  
Notificami