Reddito di Inclusione e Carta Acquisti 2020: i chiarimenti dell’INPS

lentepubblica.it • 21 Gennaio 2020

reddito-di-inclusione-carta-acquisti-2020Con il messaggio n.161 del 17 gennaio 2020, l’Inps ha voluto chiarire alcuni aspetti in merito al pagamento di gennaio del REI e della social card, cercando di sciogliere i nodi.


Reddito di Inclusione e Carta Acquisti 2020: arrivano i chiarimenti dell’INPS per fugare i dubbi per chi ne beneficia durante quest’anno.

Il chiarimento dell’Istituto di Previdenza è stato necessario per chiarire alcuni punti relativi all’emanazione del decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze 27 novembre 2019 n. 278, il quale determina anche degli effetti sul Reddito di Inclusione (ReI) e sulla Carta acquisti ordinaria.

Scopriamo quali sono le risposte date dall’INPS.

Reddito di Inclusione e Carta Acquisti 2020

Il Decreto del MEF sopra citato ha avuto l’effetto di rivalutare gli importi dei trattamenti previdenziali e assistenziali, come anche il ReI.

L’INPS ha quindi informato, con il messaggio 17 gennaio 2020, n. 161, che il beneficio economico del ReI è soggetto a un tetto massimo di erogazione commisurato all’ammontare annuo dell’assegno sociale (di cui alla legge 8 agosto 1995, n. 335), maggiorato del 10%.

Per cui il ReI erogato per quest’anno è stato rivalutato con un importo pari ad un valore annuo di 5.977,79 euro che, maggiorato del 10%, equivale a 6.575,56 euro.

Si fa presente che tale importo costituisce il valore massimo dell’ammontare del Reddito di Inclusione per l’anno 2020. Con riferimento al nuovo importo è stata, quindi, adeguata la procedura informatica di calcolo
del ReI.

Per quanto riguarda la Carta Acquisti, invece, ricordiamo che a decorrere dal 1° gennaio 2020, la Dichiarazione Sostitutiva Unica è valida dalla data di presentazione fino al successivo 31 dicembre; conseguentemente la validità delle DSU, dal 1° gennaio 2020 coincide con l’anno solare.

Le DSU presentate nell’anno 2019 sono pertanto scadute il 31 dicembre 2019.

I titolari di Carta acquisti ordinaria e di ReI, quindi, dovranno presentare una nuova Dichiarazione Sostitutiva Unica per continuare a beneficiare della misura. In mancanza di tale adempimento, l’erogazione dei benefici sarà sospesa fino alla presentazione di una nuova Dichiarazione Sostitutiva Unica valida.

Di conseguenza, l’elaborazione della mensilità di gennaio 2020 del ReI avverrà, entro il termine dello stesso mese solare, sulla base della DSU 2020.

Per la Carta acquisti ordinaria, invece, al fine di poter elaborare il maggior numero dei rinnovi per il primo bimestre 2020, l’elaborazione avverrà, nei termini di legge, entro il termine del mese di febbraio 2020.

N.B. Si fa infine presente che, per chi non ne fosse al corrente, non è più possibile fare richiesta per il ReI a partire dal 2019, sostituito dal 2019 dal Reddito di Cittadinanza.

A questo link il testo completo del Messaggio dell’INPS.

 

 

0 0 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments