Registro Imprese: ecco le nuove specifiche tecniche

lentepubblica.it • 11 Luglio 2018

registro-imprese-nuove-specifiche-tecnicheRegistro Imprese: le nuove specifiche tecniche sono state approvate dal Ministero dello Sviluppo economico, con il decreto del 10 luglio 2018.


Il decreto del 6 marzo 2018 apporta ulteriori modifiche alla modulistica per la trasmissione degli atti al registro delle imprese ed al REA. Si tratta di modifiche inerenti esclusivamente CAP o denominazioni di comuni, a seguito di accorpamenti o variazioni intervenuti. Il decreto entra in vigore il 24 luglio 2018, per consentire alle software house di adeguare i propri programmi.

 

I programmi redatti sulla base delle precedenti specifiche tecniche non saranno più utilizzabili dall’ 1 ottobre 2018.

 

Le specifiche tecniche riguardano la creazione di programmi informatici finalizzati alla compilazione delle domande e delle denunce da presentare all’ufficio del Registro delle imprese per via telematica o su supporto informatico. Le modifiche, sono elencate nell’allegato A al decreto stesso.

 

Le variazioni riguardano:

 

a) Creazione di nuovi comuni per fusione di pre-esistenti

 

b) Modifiche codici e denominazioni comuni

 

La pubblicazione integrale delle tabelle variate quale risultanti agli esiti del presente decreto è disponibile sul sito internet dell’Amministrazione, www.sviluppoeconomico.gov.it

 

Il decreto è in corso di pubblicazione in Gazzetta ufficiale.

 

Cos’è il Registro Imprese?

 

Il registro delle imprese, per la legge italiana, è un pubblico registro in cui le imprese italiane, le imprese estere con sede o unità locale in Italia e gli altri enti (es. fondazioni, associazioni) che esercitano un’attività economica, sono tenuti all’iscrizione. Sono escluse le libere professioni. Il registro Imprese costituisce la fonte primaria di certificazione dei dati costitutivi dei soggetti economici iscritti, così come le anagrafi comunali lo sono per i dati dei cittadini.

 

Chi svolge in Italia un’attività economica, sotto forma di impresa deve iscriversi al registro delle imprese tenuto dalle camere di commercio italiane (la circoscrizione di competenza può variare, deve essercene almeno una per ogni Regione), interconnesse tramite la loro società di informatica, InfoCamere S.c.p. A.

 

In allegato il testo del Decreto e del relativo allegato.

Fonte: MISE - Ministero dello Sviluppo Economico
avatar
  Subscribe  
Notificami