fbpx

Relazione sugli oneri amministrativi introdotti ed eliminati per cittadini e imprese

lentepubblica.it • 13 Aprile 2015

stranieri, grandi impreseSi pubblica la relazione complessiva contenente il bilancio annuale degli oneri amministrativi introdotti e eliminati nell’anno 2014, trasmessa al Dipartimento per gli Affari Giuridici e Legislativi il 31 marzo 2015.

 

La relazione complessiva contenente il bilancio annuale degli oneri amministrativi è prevista dall’articolo 8 della legge 11 novembre 2011, n. 180, recante “Norme per la tutela della libertà d’impresa. Statuto delle imprese” e successive modificazioni.

 

Sull’esempio delle migliori esperienze internazionali, tali disposizioni stabiliscono che le amministrazioni statali predispongano entro il 31 gennaio di ogni anno una relazione sul bilancio degli oneri amministrativi introdotti o eliminati con gli atti normativi approvati nell’anno precedente.

 

Le disposizioni sul bilancio degli oneri si collocano nel quadro delle misure finalizzate a prevenire il proliferare di complicazioni burocratiche a carico di cittadini e imprese attraverso meccanismi di controllo ex ante sull’introduzione di nuovi adempimenti amministrativi e rispondono alle seguenti finalità:

 

– responsabilizzare le amministrazioni nell’individuazione e nella stima dei costi degli adempimenti amministrativi introdotti ed eliminati con atti normativi;

 

– garantire che il complesso degli oneri amministrativi annualmente introdotti da ogni amministrazione sia pari o inferiore a quello degli oneri eliminati;

 

– disporre di uno strumento di “compensazione”: nel caso in cui gli oneri introdotti da un’amministrazione (nel corso dell’anno precedente) siano superiori a quelli eliminati, è previsto che il Governo, per ridurre gli oneri in eccesso e realizzare il relativo “pareggio di bilancio”, adotti uno o più regolamenti, ai sensi dell’articolo 17 della legge 23 agosto 1988 n. 400, entro novanta giorni dalla pubblicazione della relazione complessiva sul bilancio.

 

Con il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25 gennaio 2013 sono stati definiti i criteri per l’individuazione e la stima degli oneri amministrativi.

 

La predisposizione del bilancio degli oneri è collegata alla valutazione dei singoli atti normativi svolta nel corso dell’anno: le relazioni sul bilancio, a cura di ogni amministrazione, infatti, devono riportare le stime degli oneri amministrativi come valutate nelle relazioni sull’analisi di impatto della regolazione (AIR) elaborate nel corso dell’anno di riferimento, aggiornate, ovviamente, per tener conto dei contenuti definitivi dei provvedimenti approvati. Per gli atti normativi non sottoposti ad AIR si applicano i medesimi criteri di valutazione.

 

In allegato all’articolo potete consultare la relazione completa in formato PDF.

 

 

 

Fonte: Dipartimento della Funzione Pubblica
avatar
  Subscribe  
Notificami