Ecco cosa resta dei contratti di assunzione dopo l’arrivo delle tutele crescenti

lentepubblica.it • 14 Ottobre 2014

L’opera è immane: semplificare i contratti oggi in vigore per avviare un rapporto di lavoro e procedere a un censimento per modificarli o eliminarne alcuni. L’operazione è stata rimandata a più riprese, ma ora le novità del Jobs act la impongono. Nel testo che ha accompagnato la delega al governo approvato al Senato viene infatti introdotto, al comma 7 punto c, il contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti in relazione all’anzianità di servizio, che dovrà assorbire gran parte delle nuove assunzioni.

 

Continua a leggere dalla fonte: La Stampa

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami