lentepubblica

Rimborsi sprint alle imprese: è sufficiente comunicare l’Iban

lentepubblica.it • 21 Marzo 2014

L’Agenzia sta richiedendo tramite Pec le coordinate bancarie per poter accreditare le somme, in maniera veloce e sicura, direttamente sul conto corrente dell’azienda

In arrivo, per quasi 70mila imprese, i rimborsi delle imposte sui redditi derivanti dalla deducibilità dell’Irap sul costo del lavoro (articolo 6, comma 1, decreto legge n. 185/2008).
Per accelerare l’erogazione degli importi, tramite accredito su conto corrente, è opportuno comunicare il proprio codice Iban. A tale scopo, in questi giorni, l’Agenzia ne sta facendo richiesta agli interessati, tramite posta elettronica certificata.

La comunicazione o l’aggiornamento dell’Iban può avvenire in due modi:

  • direttamente online, sul sito dell’Agenzia, accedendo all’area autenticata, riservata agli utenti abilitati ai servizi telematici
  • presentando a un qualsiasi ufficio territoriale delle Entrate il modello di richiesta di accreditamento, disponibile presso lo stesso ufficio o scaricabile dal sito dell’Agenzia.

Se non viene comunicato il codice Iban, si procede secondo l’iter tradizionale, che però comporta tempi più lunghi per riscuotere le somme spettanti. Con l’accredito diretto sul proprio conto corrente, invece, il rimborso arriva in maniera più sollecita e in sicurezza, senza che ciò comporti alcun aggravio economico per il contribuente che deve riceverlo.

L’opportunità di richiedere l’accredito dei rimborsi provenienti dall’Amministrazione finanziaria non è riservata alle sole imprese, ma è aperta a tutti i contribuenti.

FONTE: Fisco oggi, giornale on line dell’agenzia delle entrate

sprint

0 0 votes
Article Rating

Fonte:
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments