lentepubblica

Rottamazione Scooter: una guida alle informazioni più utili

lentepubblica.it • 1 Ottobre 2019

rottamazione-scooter

Rottamazione scooter, incentivi e costo: ecco tutte le info sulla rottamazione dei veicoli a due ruote.


Rottamare o no?

Assolutamente si, la rottamazione degli scooter al giorno d’oggi garantisce una sicurezza sia per quanto riguarda la salvaguardia dell’ambiente, favorendo l’acquisto di scooter elettrici, sia per evitare inconvenienti futuri.

Dove rottamare uno scooter

La rottamazione di uno scooter può avvenire in due diversi modi:

  • Se si acquista uno scooter nuovo sarà la stessa concessionaria ad occuparsi della rottamazione futura.
  • In alternativa bisogna rivolgersi ad un soggetto autorizzato alla demolizione del veicolo, cancellando lo scooter dal P.R.A. (Pubblico registro automobilistico.)

Come rottamare lo scooter

La procedura per la demolizione di una moto o di uno scooter è relativamente semplice. Bisogna individuare il centro abilitato più vicino al nostro domicilio e verificare se lo stesso offre alla clientela il servizio di ritiro del mezzo presso il vostro domicilio.

Una volta che avrete consegnato il telaio della moto presso il centro demolizione, o quest’ultimo avrà provveduto a ritirare il telaio, potrà avvenire la demolizione. Dovrete inoltre consegnare al centro di demolizione:

  • Targa del mezzo;
  • Documenti del mezzo;
  • La carta d’identità del proprietario del mezzo;
  • Il certificato di proprietà o il foglio complementare.

A seguito della demolizione viene redatto il certificato di rottamazione, da conservare per dimostrare, eventualmente, di aver agito secondo le giuste normative.

Questo certificato viene consegnato entro 30 giorni e deve contenere:

  • I dati anagrafici e l’indirizzo del proprietario dello scooter;
  • Firma del titolare dell’impresa che rilascia il certificato;
  • La data e l’ora di rilascio;
  • L’impegno del demolitore a provvedere la cancellazione del veicolo dal P.R.A.

Costi Rottamazione scooter

I costi per la demolizione di uno scooter o una moto variano dai 45,50€ ai 61,50€.

Possono aggiungersi le spese per il trasporto al centro di rottamazione ed eventuali costi di cancellazione dal P.R.A.

Il costo della rottamazione comprende:

  • costi della demolizione fisica del veicolo;
  • smaltimento dei rifiuti speciali;
  • l’imposta di bollo;
  • la retribuzione ACI.

ATTENZIONE: se lo scooter è privo di targa è necessario presentare la denuncia di smarrimento o furto della targa.

Rottamazione all’estero

Per eseguire una demolizione all’estero il proprietario deve chiedere al P.R.A la cessazione della circolazione presentando:

  • Il certificato di proprietà (CdP) del veicolo o, in caso di furto o di smarrimento, la denuncia presentata alle forze dell’ordine. Se il documento dovesse essere soltanto deteriorato non è necessaria nessuna denuncia.
  • La certificazione del demolitore estero autorizzato alla rottamazione.
  • La fotocopia del documento d’identità dell’intestatario.
  • Due copie del modello NP3C compilato e firmato dall’intestatario, in distribuzione gratuita presso gli Sportelli Telematici dell’Automobilista delle unità territoriali PRA e degli uffici della Motorizzazione Civile.

Cosa sono gli incentivi?

Un incentivo è uno sconto che viene applicato direttamente dalla concessionaria, consegnando il vecchio motorino. La concessionaria si occupa poi di rottamarlo o di rivenderlo, liberando l’ex proprietario da ogni responsabilità.

Gli incentivi possono essere di due tipologie:

  • Statali, quando sono sovvenzionati dallo Stato;
  • Privati, quando sono applicati autonomamente dal venditore.

Anche i rivenditori di scooter o motorini hanno iniziato a proporre  incentivi sulla rottamazione del vecchio/usato.

Lo sconto può dipendere da vari fattori:

  • Dallo scooter o motore rottamato, anche se questa tipologia è sempre più in disuso;
  • Dallo scooter o motore che si acquista. L’incentivo è direttamente proporzionale al costo del mezzo. È usato come leva commerciale per aumentare l’acquisto da parte del cliente.

Lo sconto viene applicato direttamente dalla concessionaria, consegnando il vecchio scooter per rottamarlo o di rivenderlo, liberando l’ex proprietario da ogni responsabilità e anche dal pagamento del bollo del veicolo.

Scooter senza patente: si può? Maggiori informazioni a questo link.

0 0 votes
Article Rating
Fonte: articolo di Mattia Leotta
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Antonio de Lieto Vollaro
3 Ottobre 2019 18:22

Ottima fluidibilita’, scorrevole e di facile acquisizione della spiegazione e delle norme da seguire anche per chi è poco addentrato in queste norme. Ben dettagliato e completo in ogni suo dettaglio di legge e funzionalità.