fbpx

La Salute nelle Regioni. Al Forum PA 2014 i risultati dell’Assistenza Tecnica del Ministero della Salute

lentepubblica.it • 30 Maggio 2014

“Il lavoro che è stato svolto è un lavoro davvero egregio. E’ vero che ci vogliono gli uomini per portare avanti i progetti, ma è anche indispensabile in Regioni in difficoltà avere risorse che possano essere destinate a supportare la struttura regionale e a produrre quel cambiamento culturale, anche in termini di governance di gestione amministrativa e tecnico sanitaria dei processi, che concretamente c’è stato. Documentiamo oggi delle Regioni il cui equilibrio economico finanziario migliora. C’è ancora da fare sulla riqualificazione dei servizi ma grandissimi passi avanti ci sono stati e ci sono stati anche grazie a questo Progetto”. Così Francesco Bevere, Direttore Generale della Programmazione Sanitaria del Ministero della Salute, dopo aver portato i saluti del Ministro Lorenzin al convegno “La Salute nelle Regioni. Risultati dell’Assistenza Tecnica del Ministero della Salute” del 27 maggio al Forum PA 2014.

L’incontro, organizzato da Formez PA con l’obiettivo di presentare i risultati del Progetto Operativo di Assistenza Tecnica – POAT Salute del Ministero della Salute cofinanziato con Fondi FESR 2007-2013, che Formez PA ha realizzato, per conto del Ministero stesso, nelle Regioni dell’Obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), ha visto la partecipazione delle Amministrazioni centrali e regionali coinvolte nelle attività progettuali.

Il Direttore Generale, auspicando un impegno e una sensibilizzazione sempre maggiore delle Regioni nella progettazione e nelle politiche di programmazione europea e considerando l’imminente Semestre di presidenza europea, vede i risultati ottenuti attraverso le attività del POAT Salute come un input per testimoniare l’impegno italiano e ricollocare risorse utili allo sviluppo di altre attività. “Il lavoro che è stato svolto è un lavoro davvero egregio. E’ vero che ci vogliono gli uomini per portare avanti i progetti, ma è anche indispensabile in Regioni in difficoltà avere risorse che possano essere destinate a supportare la struttura regionale e a produrre quel cambiamento culturale, anche in termini di governance di gestione amministrativa e tecnico sanitaria dei processi, che concretamente c’è stato. Noi documentiamo oggi delle Regioni il cui equilibrio economico finanziario migliora. C’è ancora un po’ da fare sulla riqualificazione dei servizi ma grandissimi passi avanti ci sono stati e ci sono stati anche grazie a questo Progetto”.

Dello stesso parere Carlo Notarmuzi, Direttore Ufficio per la Formazione dei Dipendenti delle PA, Presidenza Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Funzione Pubblica: “questo Progetto per noi è molto importante sia per i risultati che ha dato sia per le tematiche che affronta e per le modalità con le quali è stato realizzato. Questi temi hanno trovato favorevole accoglienza anche da parte della Commissione Europea in quella che sarà la prossima programmazione”.Riccardo Monaco, Autorità di Gestione PON Governance e Assistenza Tecnica 2007-2013 del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica, ha confermato al Ministero della Salute la piena disponibilità del DPS e dell’ADG a rifinanziare il Progetto con l’obiettivo di consentire una riprogrammazione delle attività. Un progetto, il POAT Salute, che, come ha ricordato Silvia Boni, Dirigente U.O. Politiche Sociali e Sanità Formez PA e Responsabile del Progetto, ha anticipato il metodo Barca comportando un adeguamento nello svolgimento delle attività e una loro più concreta finalizzazione verso risultati e prodotti. Una metodologia di lavoro che ha condotto al corretto utilizzo delle risorse aggiuntive nel raggiungimento degli obiettivi strategici, fissati dai Piani di Rientro, che le Regioni perseguono nelle loro politiche ordinarie. A testimoniare quindi quanto realizzato nelle singole attività la presenza delle Regioni Obiettivo con gli interventi di Mario Morlacco, Sub Commissario per l’attuazione del Piano di Rientro dai disavanzi sanitari della Regione Campania, Giada Li Calzi, in rappresentanza dell’Assessore alla Salute Lucia Borsellino, della Regione Siciliana, Andrea Urbani, Sub Commissario per l’attuazione del Piano di Rientro dai disavanzi sanitari della Regione Calabria.

FONTE: Formez PA – Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l’ammodernamento delle P.A.

salute 2

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami