lentepubblica

Borsa e investimenti: perché scegliere piattaforme di trading sicure e certificate

lentepubblica.it • 16 Gennaio 2023

piattafome-tradingLe abitudini finanziarie degli italiani continuano a cambiare. Per tantissimo tempo l’avversione al rischio ha portato i cittadini ad impiegare il loro denaro in soluzioni di risparmio tradizionali e considerate sicure come i titoli di Stato, i buoni postali o i conti deposito. Negli ultimi anni, però, è cresciuto enormemente l’interesse nei confronti di borsa ed investimenti online: oggi sono più di otto milioni gli italiani che hanno scelto di accedere ai mercati tramite le piattaforme di trading.

E proprio la scelta della piattaforma rappresenta uno dei passaggi più importanti per chi sceglie di avvicinarsi al mondo degli investimenti online. Gli intermediari che le mettono a disposizione sono davvero tanti, ma non è assolutamente vero che una vale l’altra: è necessario analizzare con attenzione le loro caratteristiche per riuscire ad individuare quelle certificate e più sicure, in modo da stare alla larga da brutte sorprese e di poter contare su uno standard qualitativo elevato.

L’importanza della scelta di una piattaforma sicura per investire in borsa online

Le piattaforme di trading sono dei particolari software che i broker mettono a disposizione dei loro utenti per poter accedere ai mercati finanziari e negoziare un’ampia varietà di asset. Per capire le migliori piattaforme di trading online quali sono può essere utile leggere la guida dedicata messa a disposizione su abcfinanze.com, sito web specializzato nella formazione finanziaria dove trovare tutte le informazioni relative al funzionamento dei mercati. In fase di scelta dell’intermediario, è necessario tenere conto di una serie di fattori. Il più importante tra questi è senza dubbio la sicurezza del proprio capitale e dei propri dati: il trading è un’attività seria, ma qualche malintenzionato la utilizza ancora come esca per mettere in atto delle vere e proprie truffe.

Considerando il fatto che gli investimenti presentano già di loro un certo livello di rischio, è meglio evitare pericoli di questo tipo. Per farlo è sufficiente affidarsi solo ed esclusivamente a broker regolamentati. Si tratta di soggetti che hanno ottenuto una licenza da un’autorità di controllo europea e l’autorizzazione della Consob. Scegliendo un intermediario certificato si ha la certezza di avere a che fare con un soggetto affidabile, obbligato a rispettare un insieme di regole molto precise per la tutela degli iscritti, dei loro dati e del loro capitale.

Il secondo aspetto di cui si deve tenere conto è quello economico. L’utilizzo delle piattaforme o di alcune loro funzionalità può comportare il pagamento di costi e commissioni di vario tipo. È sempre meglio controllare con grande attenzione quali sono le condizioni economiche previste dal broker: per tale motivo è meglio optare per soggetti che su questo aspetto si rivelano trasparenti. Chiaramente le commissioni non sono l’unica voce su cui concentrarsi.

Sarebbe opportuno anche informarsi sulle condizioni previste per quanto riguarda i versamenti ed i prelievi in termini di costi, tempistiche e modalità accettate. Infine, restando nell’ambito dell’aspetto economico, si dovrebbe tenere conto del deposito minimo iniziale, ovvero la cifra più bassa con cui si può attivare il conto ed iniziare ad investire. Al giorno d’oggi sono sufficienti somme alla portata di tutti, tra i 50 ed i 250 euro.

Le caratteristiche delle migliori piattaforme di trading online

Naturalmente vanno tenute in considerazione anche le caratteristiche della piattaforma stessa. Si parla quindi della tipologia e della quantità di asset disponibili, delle funzionalità e degli strumenti messi a disposizione degli utenti, dell’intuitività dell’interfaccia, della qualità del servizio clienti, della presenza di materiale formativo e così via. Sarebbe opportuno anche verificare se oltre alla piattaforma desktop, il broker propone anche un’applicazione con la versione mobile della piattaforma (ma è una cosa che ormai tutti i principali intermediari certificati fanno).

Tenendo conto di tutti gli aspetti elencati finora, gli esperti del sito abcfinanze.com sono riusciti a stilare una graduatoria delle migliori piattaforme di trading online sicure e certificate. I primi tre posti sono stati assegnati a LiquidityX, XTB e Capex.com. Fuori dal podio, ma sempre con un giudizio molto elevato, si sono piazzati intermediari del calibro di AvaTrade, Trade.com, eToro, Markets.com, Libertex, Plus 500 e IronFX.

 

 

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments