Lavorare con la scrittura: le nuove opportunità del Web Marketing

lentepubblica.it • 6 Novembre 2017

consumatoriChe internet abbia impresso una svolta sostanziale ad ogni aspetto della vita quotidiana è ormai un dato acclarato; così come è evidente che siano stati soprattutto alcuni comparti a registrare i maggiori cambiamenti.


 

Oggi il mondo del lavoro parla sempre più un linguaggio multimediale. Occasioni e opportunità si moltiplicano soprattutto se si circoscrive il discorso a un determinato àmbito. Ci si sta riferendo a tutto ciò che nel web trova linfa vitale, ragione di essere e terreno fertile per proliferare. Quindi, in una parola, il Web Marketing.

 

Per capire come le carte in tavola siano cambiate e quali possano essere le opportunità da sfruttare, parliamo con Pierfrancesco Palattella, giornalista e ideatore del progetto Professione Scrittura che offre servizi di Seo Copywriting e consulenza Web Marketing.

 

Negli ultimi periodi si sta assistendo da una crescita dei servizi di Web Marketing. A cosa è dovuta questa tendenza?

 

“Di base ad una delocalizzazione in rete di buona parte delle attività. Per dirla con altre parole, oggi chiunque vuole avere un sito internet personale e provare a fare business online. Una corsa al multimediale che ha generato in sé la necessità di andare a lavorare poi a livello di Web Marketing per tentare di far emergere il proprio progetto rispetto a quello dei competitors. Da questo punto di vista il web è lo specchio fedele, rivisto in chiave moderna, di quanto accade (e di quanto accaduto in passato) con le aziende che investono in pubblicità per fare promozione dei loro prodotti al di fuori della rete.”

 

Questa delocalizzazione in rete, come la hai definita, pare stia generando nuove figure professionali con annesse opportunità di lavoro.

 

“Ovviamente si. Quando si apre un mercato nuovo a crescere sono tutte le parti in causa: sia chi in quel mercato vuole andare a mettersi in vetrina per promuoversi; sia chi dal funzionamento di quello stesso mercato si muove per trovare un terreno di azione nuovo dal punto di vista lavorativo. Quindi negli ultimi anni la rete è esplosa di progetti, startup, aziende che spostano lì il proprio business. E di pari passo si sono sviluppate una serie di figure professionali per andare a supportare queste realtà.”

 

Quali sono queste figure professionali nate con la crescita del multimedia?

 

“Si parla, è bene dirlo, di realtà esistenti ormai già da qualche anno e tutte legate alla sfera del Web Marketing. Basti pensare a chi lavora nell’ambito della Seo, andando ad ottimizzare un sito per i motori di ricerca. O al mondo dei social, letteralmente esploso (e forse, a qualcuno, sfuggito anche di mano…) al punto che sono necessarie figure professionali per gestire tutti i vari profili. E poi i Community Manager, i Reputation Manager, i Digital PR, una sorta di trasposizione sul web del vecchio mestiere di public relations. Tante figure con in comune l’obiettivo di aumentare, in un modo o nell’altro, la visibilità di un progetto in rete.”

 

Partendo dal tuo di lavoro, c’è anche la scrittura che è molto cambiata grazie alla rete.

 

“Si è proprio così. Oggi lavorare con la scrittura in rete è un qualcosa di profondamente diverso rispetto al mestiere tradizionale. Penso alla scrittura editoriale di una volta, tanto per capirci. Lo stesso giornalismo è mutato ormai da un decennio almeno, da quando i giornali online sono diventati realtà più consolidate. Oggi la gran parte degli utenti si informa sul web; e scrivere un articolo giornalistico per la rete è ben differente rispetto a farlo per un giornale cartaceo. C’è poi chi lavora con la scrittura in ambito Web Marketing, una disciplina che può essere inquadrata sotto la definizione di Seo Copywriting proprio perché implica la scrittura di testi tenendo in massima considerazione il fattore indicizzazione, e quindi il posizionamento sui motori di ricerca. In sostanza, qualcosa di profondamente differente dal mestiere tradizionale; forse questo può far rabbrividire i fautori della scrittura classica, quelli legati all’editoria. Ma, volenti o nolenti, le regole ormai sono queste.”

0 0 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubbica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments