fbpx

Smart Specialisation Strategy 2019: le opportunità per le Imprese

lentepubblica.it • 5 Settembre 2019

smart-specialisation-strategy-2019Ecco tutte le opportunità di cui possono beneficiare le Imprese grazie alla Smart Specialisation Strategy 2019.


Smart Specialisation Strategy 2019. Questa strategia viene normalmente concepita a livello regionale, ma valutata e messa a sistema a livello nazionale ed europeo.

In sintesi, una strategia di specializzazione intelligente è un’agenda di trasformazione economica di lungo periodo integrata che incentra il sostegno della politica e gli investimenti su un numero limitato di priorità (aree strategiche di innovazione).

Quale opportunità ci sono, in tal senso, per le Imprese?

Smart Specialisation Strategy 2019

Il progetto è promosso dal Governo e gestito da Invitalia (Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa Spa).

La strategia individua 5 grandi ambiti produttivi su cui concentrare l’azione delle politiche regionali di innovazione:

  • 3 di essi – agroalimentare, meccatronica e motoristica, costruzioni – rappresentano gli attuali pilastri dell’economia regionale,
  • gli altri 2 – salute e benessere, cultura e creatività – costituiscono invece ambiti produttivi con alto potenziale di espansione e di cambiamento anche per altre componenti del sistema produttivo.

La strategia individua quindi i principali fattori tecnologici e organizzativi su cui è necessario intervenire per assicurare competitività e crescita al sistema produttivo, i driver dell’innovazione fondamentali alla base di nuove traiettorie di crescita, legati in modo rilevante anche allo sviluppo dei servizi ad alta intensità di conoscenza.

Questi strumenti si vanno a sommare ad altri, quali il Fondo Nazionale per l’Innovazione.

I vantaggi per le Imprese

Per le Imprese, nello specifico, esiste dunque la possibilità sia di innovare e di fare networking fra di loro a fini produttivi (secondo logiche di cluster o distrettuali). Sia di diversificare processi produttivi e prodotti. Le possibilità sono tanto maggiori quanto più siano disponibili, localmente, delle conoscenze complementari.

Infine si individuano una serie di strumenti per lo sviluppo quali:

  1. Strumenti di sostegno alle imprese per ricerca, sviluppo e innovazione  diretti a favorire il miglioramento della capacità competitiva delle imprese e sostenere le stesse nel costante processo di innovazione;
  2. Strumenti che esprimono una domanda pubblica innovativa e qualificata;
  3. Piattaforma finanziaria per la condivisione del rischio d’innovazione da parte delle imprese e degli organismi di ricerca;
  4. Mini bond: intervento legislativo per liberalizzare la finanza d’impresa e accrescere la disponibilità̀ di risorse finanziarie di cui hanno bisogno;
  5. Startup e social innovation per agevolare je startup innovative in genere e quelle a vocazione sociale;
  6. Crowdsourcing challenge & prize per favorisce lo sviluppo di un modello di open enterprise in cui é a disposizione delle imprese un patrimonio di conoscenze specializzate;
  7. Sostegno al capitale umano: verranno attivati strumenti che agiscono sul fronte della domanda e offerta di capitale umano qualificato;
  8. Interventi di partnership pubblico-privato per attrarre sul territorio nazionale grandi player internazionali dell’innovazione.

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami