Spid bollo auto: cosa cambia con lo Spid obbligatorio

lentepubblica.it • 29 Ottobre 2021

spid bollo autoIl Governo ha deciso di rendere obbligatorio lo Spid, per poter pagare il bollo auto. Vediamo tutte le informazioni necessarie.


Spid Bollo auto: l’identità digitale è sempre più presente nelle nostre vite, anche nelle faccende quotidiane. Dal primo ottobre, lo Spid e gli altri metodi per l’identità digitale sono stati resi obbligatori per accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione.

Ma l’obbligo è valido anche per pagare il bollo dell’auto? Vediamolo insieme.

Spid bollo auto: l’obbligo dell’identità digitale per i servizi della Pubblica Amministrazione

L’identità digitale è sempre più essenziale per accedere ai servizi online. Dallo scorso primo ottobre, è ormai condizione necessaria per poter accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione.

Per poter accedere, infatti, c’è bisogno di una tra queste tre chiavi di accesso:

  • Spid, il Sistema per l’Identità Digitale;
  • CIE, la carta d’identità elettronica;
  • CNS, la Carta Nazionale dei Servizi.

Perciò, tutte le credenziali adottate in autonomia dalla Pubblica amministrazione, per accedere agli enti, sono state dismesse, a favore di credenziali uniche, mediante l’identità digitale.
Date le novità introdotte, sarà necessario avere lo Spid anche per poter pagare il bollo dell’auto, anche se questo vale solo per uno specifico caso. Vediamo quale.

Spid bollo auto: quando sarà necessario avere lo Spid per pagare il bollo auto

spid bollo autoLo Spid, o qualsiasi altro mezzo per avere un’identità digitale, sarà obbligatorio per pagare il bollo dell’auto, solamente quando il contribuente vorrà pagarlo online, tramite il portale dell’Aci.

L’Aci (Automobile Club d’Italia) è, infatti, un ente pubblico e per accedere ai suoi servizi, sarà necessario avere lo Spid, la Carta d’identità elettronica o la Carta Nazionale dei Servizi.

Il bollo dell’auto potrà comunque essere pagato, senza Spid, tramite i vecchi metodi di pagamento, ovvero tabaccherie, sportelli degli uffici postali, banche, Atm Bancomat e ricevitorie Sisal.

L’obbligo di possesso dello Spid, perciò, sarà riservato solamente agli utenti che vorranno pagare il bollo auto tramite il portale dell’Aci.

Come pagare il bollo auto con lo Spid

Il procedimento per pagare il bollo auto con lo Spid è molto semplice e simile agli altri procedimenti fatti con l’identità digitale.

Basterà andare sul sito dell’Aci, effettuare il login e selezionare l’opzione “Entra con Spid”, scegliendo il proprio gestore d’Identità digitale e inserire le proprie credenziali. Da lì, basterà andare nella sezione apposita e procedere col pagamento.

Per poter pagare il bollo con lo Spid, è sufficiente avere il primo livello di sicurezza di Spid, senza dover ricorrere all’autenticazione a due livelli.

Quali sono i servizi dell’Aci e del Portale dell’automobilista accessibili con Spid

Il pagamento del bollo auto è solo uno dei servizi disponibili sul sito dell’Aci e il Portale dell’automobilista, con cui accedere con lo Spid.
Difatti, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha messo a disposizione dei privati e delle imprese diversi servizi sui due portali principali dedicati agli automobilisti.

Sui due siti troviamo:

  • Le documentazioni con cui snellire le procedure legate al possesso di qualsiasi veicolo registrato;
  • Sul sito dell’Aci troveremo visure, pagamenti e consultazioni di atti di proprietà di vendita legati al Pra, mentre sul Portale dell’Automobilista troveremo tutti i dati legati alla Motorizzazione civile.
  • Le informazioni relative alla propria patente di guida;
  • Le scadenze e le regolarità del proprio veicolo (la prossima revisione, la classe ambientale e la validità della copertura assicurativa);
  • Scaricare i documenti che permettono la duplicazione della carta di circolazione.
1 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments