lentepubblica

Spostamenti consentiti e vietati in emergenza Covid-19: il videocommento

Chiarelli Simone • 10 Novembre 2020

spostamenti-consentiti-vietati-covid-19Il videocommento relativo agli spostamenti consentiti e vietati in emergenza Covid-19 elaborato dal Dottor Simone Chiarelli.


L’ultimo DPCM e le ultime Circolari di Ministero dell’Interno e della Salute hanno cambiato di molto le vite agli italiani.

Infatti l’Italia, allo stato attuale, è divisa in ben tre parti, tre zone, separate per rischio Covid-19.

Zone che hanno subito adesso un ulteriore variazione: infatti a partire da mercoledì 11 novembre saranno così suddivise (con la Campania che resta ancora in bilico):

  • in primo luogo la Zona rossa: Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Calabria, provincia autonoma di Bolzano.
  • poi la Zona arancione: Puglia, Sicilia, Abruzzo, Basilicata, Toscana, Liguria e Umbria.
  • infine la Zona gialla: Campania (in attesa, potrebbe diventare zona rossa), Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Molise, Provincia autonoma di Trento e Bolzano, Sardegna, Veneto.

Urge, ovviamente, sapere quali sono le cose che i cittadini possono o non possono fare.

E, pertanto, sapere quali sono gli spostamenti consentiti e vietati durante questa seconda ondata di Covid-19.

Ecco tutte le risposte.

Spostamenti consentiti e vietati in emergenza Covid-19: il videocommento

Per illustrare, in maniera sintetica ma anche approfondita, il contenuto di queste nuove disposizioni Simone Chiarelli, dirigente di Pubblica Amministrazione Locale ed esperto in questioni giuridiche di diritto amministrativo nei settori degli appalti, SUAP, e disciplina generale degli Enti locali, ha messo a disposizione un video.

Qui di seguito potete pertanto consultare il video completo con la spiegazione del dottor Simone Chiarelli.

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo della redazione, video di Simone Chiarelli
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Cristina Manfredi
Cristina Manfredi
11 Novembre 2020 20:52

Ma non ci volevano 15 giorni per cambiare colore alle regioni?