SPRAR, i video dei Sindaci con le esperienze di accoglienza nei Comuni

lentepubblica.it • 20 Dicembre 2017

accoglienza_migranti_SPRARCome funziona l’accoglienza nello Sprar? E qual è l’impatto sulle comunità locali? A parlare sono i diretti protagonisti, i sindaci dei Comuni che fanno parte della rete dello Sprar, il sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati.


 

In occasione della XXXIV Assemblea annuale dell’Anci di Vicenza, sono stati intervistati alcuni sindaci che hanno raccontato l’esperienza dei propri Comuni con lo Sprar e il coinvolgimento dei cittadini nell’attività di accoglienza. Ognuno di loro ha portato un aneddoto particolare, una buona pratica o un’iniziativa caratterizzante il progetto territoriale.

 

Tra i video, disponibili sul sito dello Sprar, anche un video-racconto dedicato all’incontro tra il capo Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno, prefetto Gerarda Pantalone e alcuni sindaci dello Sprar in cui si ribadisce l’aspetto cruciale e decisivo dell’accoglienza diffusa come presupposto per un’integrazione effettiva ed efficace sui territori.

 

La legge n.189/2002 ha istituzionalizzato le misure di accoglienza organizzata, prevedendo la costituzione del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR). Attraverso la stessa legge il Ministero dell’Interno ha istituito la struttura di coordinamento del sistema – il Servizio centrale di informazione, promozione, consulenza, monitoraggio e supporto tecnico agli enti locali – affidandone ad ANCI la gestione.

 

ll Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR) è costituito dalla rete degli enti locali che per la realizzazione di progetti di accoglienza integrata accedono, nei limiti delle risorse disponibili, al Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo. Alivello territoriale gli enti locali, con il prezioso supporto delle realtà del terzo settore, garantiscono interventi di “accoglienza integrata” che superano la sola distribuzione di vitto e alloggio, prevedendo in modo complementare anche misure di informazione, accompagnamento, assistenza e orientamento, attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico.

 

 

 

Fonte: ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
lentepubblica.it - Decreto Salvini, allarme dai Centri SPRAR: situazione diventerà ingestibile Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami