lentepubblica

Tekton diventa Società Benefit

lentepubblica.it • 10 Giugno 2022

Attiva nel settore della bioedilizia, Tekton dal 2022 è Società Benefit.


Una crescita esponenziale del fatturato, un aumento del numero dei dipendenti e dei cantieri aperti. L’azienda Tekton, attiva da oltre vent’anni nel settore dell’edilizia, sta vivendo un momento d’oro a cui si accompagnano importanti cambiamenti a livello di assetto aziendale.

Tekton opera come General Contractor nell’ambito di affidamenti tipo EPC (Engineering, Procurement, Construction), si pone quindi come unica interfaccia nella realizzazione dei progetti che segue a 360 gradi gestendo ogni fase: da quella progettuale, all’esecuzione dei lavori, fino alla consegna al committente.

Diversi sono gli ambiti di intervento dell’azienda, dalla realizzazione di strutture ex novo, agli interventi di risanamento e restauro conservativo anche di edifici storici, alla riqualificazione di vecchi edifici, alle ricostruzioni post sisma.

Tekton, come spiega Filippo Giordano, ingegnere e Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’azienda, “persegue ideali di qualità e specializzazione e già da tempo sta orientando la sua attività verso la sostenibilità”. Quello in atto è un processo di cambiamento in cui lo sfruttamento delle risorse, gli investimenti e l’integrazione tecnologica vanno di pari passo per valorizzare il potenziale attuale e anche quello futuro.

Sempre più centrale nel lavoro di Tekton è il tema della sostenibilità ambientale da perseguire attraverso uno sfruttamento consapevole delle risorse, sulle energie rinnovabili e sulle potenzialità delle tecnologie. A dimostrare l’orientamento dell’azienda è il fatto che dal 2022 Tekton è diventata società benefit e dal 1 maggio società per azioni.

Le società benefit sono un’evoluzione del concetto di azienda, nel loro oggetto sociale integrano infatti agli obiettivi di profitto gli obiettivi di contribuire ad un impatto positivo sulla biosfera e sulla società in generale.

Qualità, sicurezza e ambiente sono valori fondamentali per Tekton, come testimoniano anche le diverse certificazioni conquistate. La certificazione “ISO 14001” insieme alla certificazione ESG in corso attesta l’interesse di Tekton per l’ambiente e lo sviluppo sostenibile. La certificazione “ISO 45001” dimostra l’interesse dell’azienda per la salute e la sicurezza sul lavoro. Infine, la certificazione “ISO 9001” attesta la qualità del sistema di gestione aziendale.

“Tekton è in continuo sviluppo – ha affermato Filippo Giordano -, per questo motivo cerchiamo costantemente di mantenere in un buono stato di salute la nostra azienda ricorrendo a una serie di strumenti e tecniche gestionali che vengono complessivamente denominate controllo di gestione. Questo processo direzionale presuppone la formulazione di obiettivi, la misurazione periodica dei risultati effettivamente conseguiti e il confronto con gli obiettivi prefissati.

Viene inoltre effettuata l’analisi degli scostamenti rispetto alle previsioni, individuandone le cause e adottando opportune azioni correttive”.

Ad attestare la crescita di Tekton sono i dati recenti: dal 2020 ad oggi l’azienda è cresciuta in termini di fatturato del +115%, in termini di team del +70% e in termini di commesse acquisite del +90%.

“Oggigiorno crescita e sviluppo non possono essere concepiti come estranei all’ambiente circostante – ha commentato Giordano – si tratta quindi di costruire, ristrutturare o convertire un elemento edilizio nel modo più ecologico e sostenibile possibile, integrando impianti che sfruttano le energie pulite, utilizzando materiali e tecniche costruttive che integrano l’edificio con l’ambiente che lo ospita”.

La crescita del settore della bioedilizia e le nuove opportunità rappresentate dai bonus governativi hanno permesso a Tekton di cogliere nuove sfide: attualmente l’azienda ha diversi cantieri aperti e molti altri in fase di start-up, su tutto il territorio nazionale. Tra i progetti più importanti possiamo citare la realizzazione del nuovo Headquarter della compagnia assicurativa S2C a Milano, un grattacielo di 8 piani fuori terra realizzato in vetro e con struttura portante in legno, un perfetto esempio di edilizia sostenibile.

“Il tema della sostenibilità non è mai stato tanto importante come lo è oggi – ha sottolineato Giordano – questo comporta un nuovo modo di vedere e concepire le città, rinnovandole e trasformandole partendo dalla riqualificazione del patrimonio esistente e anche con demolizioni e ricostruzioni. In Italia si possono realizzare progetti ambiziosi e Tekton in questo scenario è presente”.

0 0 votes
Article Rating

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments