fbpx

Autotrasporti: da oggi Telepass europeo utilizzabile anche in Polonia

lentepubblica.it • 21 Luglio 2016

telepassIl Telepass europeo, il primo dispositivo in Ue per il telepedaggiamento dei mezzi pesanti, diventa utilizzabile anche in Polonia. Lo si legge in una nota di Telepass, che dichiara: “il Telepass EU, già interoperabile in 5 Paesi (Francia, Spagna, Portogallo, Italia e Belgio), sarà compatibile con il sistema di pedaggio dell’autostrada polacca, nel tratto tra Cracovia e Katowice”. Con un sistema di aggiornamento (senza cambiare dispositivo), i possessori di un apparato Telepass EU interoperabile, potranno accedere – dopo l’accordo con il service provider – al tratto polacco dell’A4, tra Cracovia e Katowice.

 

La società Telepass, fornitore di servizi di pagamento elettronico, ha presentato un dispositivo unico, valido per i transiti in tutti e cinque i paesi suddetti. Non ci sarà bisogno, dunque, di munirsi di altro per il pagamento di quanto dovuto.

 

Telepass, leader in Europa nel telepedaggio, lancia sul mercato il nuovo Telepass EU interoperabile con la rete autostradale italiana, diventando così il primo fornitore di servizi in grado di proporre alle aziende di trasporto un unico dispositivo per i veicoli pesanti che transitano attraverso Francia, Spagna, Portogallo, Belgio, Polonia e Italia. Telepass conferma il suo forte impegno in una strategia di sviluppo e innovazione, al fine di mantenere ed incrementare la sua leadership europea che attualmente può vantare 9 milioni di apparati in circolazione in Italia e in Europa, di cui oltre 620.000 dispositivi italiani installati sui mezzi pesanti e 80.000 che dispongono del servizio di pagamento del pedaggio all’estero, e una quota di mercato in Francia vicina all’11%.

 

“Telepass presenta oggi un’importante innovazione tecnologica, che permette per la prima volta in Europa di viaggiare e pagare il pedaggio con un unico dispositivo in 5 Paesi tra i quali, in esclusiva, anche l’Italia”, dichiara Ugo de Carolis amministratore delegato di Telepass. “Lungo l’asse franco-italiano si concentra una parte importante dei flussi di trasporto europei, in particolare diretti da Est a Ovest dell’Europa e che transitano attraverso l’Italia.”  “Il nuovo Telepass EU interoperabile – aggiunge de Carolis – dimostra che la strategia di Telepass è sempre più orientata ad offrire nuovi servizi ai propri clienti e ad assisterli nei loro viaggi in tutta Europa. Grazie al nuovo Telepass EU si riduce il numero di apparati da apporre al parabrezza dei veicoli pesanti. Inoltre i clienti possono beneficiare anche di un portale unico per i cinque Paesi, che li aiuterà a gestire i propri dispositivi e a monitorare il costo del pedaggio giornalmente”.

 

L’offerta europea di Telepass, inoltre, può contare su una rete costituita da numerosi partner, fornitori di servizi, di carte carburante e centri di assistenza tecnica.
“Telepass è l’unica società in grado di offrire il servizio di telepedaggio completo in ogni processo: dalla produzione dell’apparato, al riconoscimento delle transazioni, alla gestione della fatturazione. Continueremo a sviluppare la rete di servizi da offrire ai nostri clienti e introdurremo nuove reti autostradali accessibili tramite Telepass EU nel prossimo futuro”.

Fonte: CGIA Mestre; Telepass
avatar
  Subscribe  
Notificami