fbpx

Tessera Sanitaria online: richiesta duplicato, ricetta elettronica e fascicolo sanitario elettronico

lentepubblica.it • 5 Luglio 2019

Tessera SanitariaLa Tessera Sanitaria (TS) è il documento personale che ogni persona dovrebbe sempre portare con sé ed esistono oggi degli importanti e utilissimi servizi online relativi ad essa.


La Tessera Sanitaria è gratuita e viene spedita dall’Agenzia delle Entrate a tutti i cittadini aventi diritto all’assistenza da parte del Servizio Sanitario Nazionale (SSN). Viene automaticamente prodotta quando la ASL comunica i dati necessari al Sistema TS. In seguito viene spedita all’indirizzo di residenza presente al momento della produzione nella banca dati dell’Anagrafe Tributaria.

Tessera Sanitaria online con il nuovo microchip

Dal 2011, la Tessera Sanitaria è stata sostituita dalla Tessera Sanitaria-Carta Nazionale dei Servizi (TS-CNS), dotata di microchip.
Questa nuova versione, oltre ai servizi sanitari fruibili con la normale TS, permette anche l’accesso ai servizi offerti in rete dalla Pubblica Amministrazione, in assoluta sicurezza e nel rispetto della privacy.

Per chi volesse sapere come attivare la nuova Tessera Sanitaria online, andare al link https://www.lentepubblica.it/cittadini-e-imprese/attivazione-tessera-sanitaria-la-procedura-da-seguire/

Richiesta duplicato della Tessera Sanitaria online

In caso di furto, smarrimento o deterioramento della Tessera Sanitaria è possibile richiedere un duplicato online, senza quindi doversi recare di persona alla ASL di appartenenza o ad un ufficio dell’Agenzia delle Entrate.
Se si tratta di una Tessera Sanitaria con microchip (TS-CNS) si può richiedere il duplicato online solo utilizzando i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, previa autenticazione.

In base alle caratteristiche dell’interessato troveremo:

1. Una TS (Tessera Sanitaria priva di microchip), se l’intestatario ha un’assistenza al SSN con scadenza uguale o inferiore a sei mesi;
2. Una TS/CNS (Tessera Sanitaria con microchip), se l’intestatario ha un’assistenza al SSN con scadenza superiore a sei mesi;
3. Un tesserino di codice fiscale, se l’intestatario ha perso il requisito di assistenza al SSN.

È possibile effettuare online una sola richiesta di duplicato per la stessa persona nello stesso anno solare. Il duplicato è recapitato all’indirizzo registrato in Anagrafe Tributaria.

Per ulteriori informazioni andare al link https://www.lentepubblica.it/cittadini-e-imprese/duplicato-tessera-sanitaria/

Oltre alla richiesta di duplicato si può usufruire online di altri due utilissimi servizi: la Ricetta elettronica ed il Fascicolo Sanitario Elettronico.

Ricetta elettronica

La Ricetta elettronica prevede l’informatizzazione della tradizionale ricetta medica cartacea del SSN, la cosiddetta ricetta rossa.
Quest’innovazione rende possibile un’ulteriore accuratezza e tempestività dei controlli di appropriatezza prescrittiva e anche la semplificazione, per le ASL, delle attività di gestione della documentazione cartacea.

Consente anche la certificazione dei dati delle ricette. La conseguenza è il miglioramento della qualità dei dati del sistema così da evitare errori, duplicazioni ed eventuali truffe e falsificazioni.
Il Sistema Tessera Sanitaria può inoltre effettuare in tempo reale i controlli relativi a:

  • Corretta identificazione dell’assistito in fase di prescrizione;
  • Diritto dell’assistito alle esenzioni per reddito;
  • Esistenza del farmaco da erogare (grazie all’interconnessione con la banca dati del prontuario AIFA);
  • Esistenza della prestazione specialistica sulla base dei cataloghi forniti da ogni singola Regione.

Fascicolo Sanitario Elettronico

Il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) è lo strumento con cui il cittadino può avere traccia e consultare tutta la propria storia sanitaria, condividendola con i professionisti sanitari per un servizio più efficace ed efficiente. È possibile consultare il Fascicolo ed aggiornarlo in tutto il territorio nazionale.

Il Medico di famiglia e i vari specialisti inseriscono all’interno del Fascicolo tutte le informazioni sanitarie (esami di laboratorio, terapie, anamnesi…) che descrivono lo stato di salute dell’assistito.

L’accesso al FSE da parte dei professionisti sanitari, soprattutto in situazioni di emergenza, consente di conoscere tutto ciò che è necessario per intervenire immediatamente ed efficientemente.

Il tutto avviene seguendo le condizioni definite dall’assistito quando si attiva il FSE, modificabili in qualunque momento. L’assistito può scegliere chi è autorizzato a consultare il suo Fascicolo, in quali condizioni e anche quali dati. Può anche decidere di oscurare alcune informazioni e ha la visibilità di chi e quando ha avuto accesso al suo FSE.
Il FSE è rivolto al miglioramento complessivo dei servizi riguardanti:

  • Prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione;
  • Studio e ricerca scientifica;
  • Programmazione sanitaria, verifica della qualità delle cure e valutazione dell’assistenza sanitaria.

Ma cosa contiene esattamente?

Alcuni dati sono obbligatori e costituiscono il “nucleo minimo”, altri invece sono facoltativi. Questi ultimi dipendono dalle scelte delle istituzioni regionali e dal livello di digitalizzazione dei singoli documenti prodotti dalle aziende ospedaliere.
Il nucleo minimo del Fascicolo fornisce referti, lettere di dimissione, dossier farmaceutico, consenso/diniego alla donazione di organi e tessuti, verbali pronto soccorso e profilo sanitario sintetico.

Per attivare il proprio Fascicolo consultare la pagina https://www.fascicolosanitario.gov.it/come-attivare-il-fascicolo.

Fonte: articolo di Valeria Comito
avatar
  Subscribe  
Notificami