lentepubblica

Tessera Sanitaria: quali regole con permesso di soggiorno?

lentepubblica.it • 13 Maggio 2021

tessera-sanitaria-permesso-di-soggiornoI cittadini stranieri sul suolo italiano, con regolare permesso di soggiorno, possono richiedere la tessera sanitaria?


Ricordiamo che la Tessera Sanitaria (TS) è il documento personale che si rilascia a tutti i cittadini che hanno diritto alle prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale.

Dal 2011 risulta sostituita da una nuova versione dotata di microchip: la Tessera sanitaria – Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) che, una volta attivata, consente anche di accedere ai servizi online delle amministrazioni pubbliche.

Maggiori informazioni sulla sua attivazione sono disponibili a questo link.

Tessera Sanitaria online: richiesta duplicato, ricetta elettronica e fascicolo sanitario elettronico.

Il modello per la richiesta del Duplicato della Tessera Sanitaria.

Oggi approfondiremo la questione riguardante l’assistenza sanitaria dei Cittadini stranieri, con permesso di soggiorno, sul suolo italiano. E se la tessera sanitaria può essere richiesta e in quale modalità.

Nulla osta al lavoro: ecco che cos’è e a cosa serve.

Assistenza sanitaria ai cittadini stranieri comunitari

In genere, i cittadini provenienti da un Paese dell’Unione Europea, dallo Spazio Economico Europeo o dalla Svizzera, presenti in Italia per turismo, l’assistenza sanitaria è garantita mediante la Tessera Europea Assicurazione Malattia (TEAM) che dà diritto a fruire delle cure necessarie, anche non urgenti.

In situazioni diverse dal soggiorno per turismo, i cittadini comunitari possono iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) se in possesso di appositi moduli comunitari  S1 (in precedenza modelli E106, E109, E120, E121) rilasciati dal paese di provenienza, oppure se lavoratori subordinati con contratto di lavoro italiano o lavoratori autonomi assoggettati alla imposizione fiscale italiana.

Cosa accade invece per i cittadini stranieri non comunitari?

Iscrizione al SSN per stranieri non comunitari esenzione-ticket-sanitari-2020

Ai cittadini stranieri non comunitari l’accesso all’iscrizione al Sistema Sanitario Nazionale è circoscritto ad alcuni casi. Nello specifico i cittadini provenienti da Paesi extra Unione Europea vengono iscritti al Sistema sanitario regionale se sono in possesso di permesso di soggiorno per i seguenti motivi:

  • Lavoro subordinato o autonomo
  • Iscrizione alle liste di collocamento – Attesa occupazione
  • Motivi familiari (visto per ricongiungimento o coesione familiare) – Familiare extra-UE di cittadino comunitario/italiano
  • Cure mediche solo  per donne in stato di gravidanza
  • Attesa adozione/Affidamento/Recupero psico-fisico del minore
  • Soggetti  sottoposti a misure alternative alla detenzione.
  • Richiesta di Asilo Politico/Umanitario Internazionale
  • Asilo politico
  • Motivi umanitari
  • Protezione Sussidiaria/Internazionale
  • Misure straordinarie di accoglienza per eventi eccezionali
  • Possessori di permesso CE o UE per soggiornanti di lungo periodo (Ex Carta di Soggiorno).

Quali documenti servono?

Per iscriverti al S.S.N. il cittadino straniero deve recarsi presso la A.S.L.del territorio in cui sei residente ovvero presso quella in cui hai effettiva dimora (indicata nel permesso di soggiorno), munito di:

  • documento di identità personale;
  • codice fiscale;
  • permesso di soggiorno;
  • autocertificazione di residenza o dimora (si considera dimora abituale l’ospitalità da più di tre mesi presso un centro d’accoglienza).

Al momento dell’iscrizione si potrà scegliere il medico di famiglia o il pediatra per i figli.

carta-identita-elettronica-modelloTessera Sanitaria: quali regole con permesso di soggiorno?

Dopo aver presentato tutti i documenti, in particolare il regolare permesso di soggiorno, all’atto dell’iscrizione si riceverà un documento, il Tesserino sanitario personale“.

Sarà questo il documento che, in buona sostanza, fungera da tessera sanitaria per lo straniero.

Questo documento dà diritto a ricevere gratuitamente, o dietro pagamento – dipende dalla regione – di una quota a titolo di contributo le seguenti prestazioni:

  • visite mediche generali in ambulatorio e visite mediche specialistiche
  • poi visite mediche a domicilio
  • ricovero in ospedale
  • vaccinazioni
  • esami del sangue
  • radiografie
  • ecografie
  • medicine
  • e infine assistenza riabilitativa e protesica.

E gli stranieri senza permesso di soggiorno?

Gli stranieri non in regola con le norme relative all’ingresso e al soggiorno, hanno diritto comunque alle cure ambulatoriali ed ospedaliere urgenti o essenziali, anche se continuative, per malattia e infortunio, nelle strutture pubbliche o private convenzionate.

A tal fine dovranno richiedere presso qualsiasi A.S.L un tesserino, chiamato S.T.P. (Straniero Temporaneamente Presente), valido sei mesi ma rinnovabile.

Per ottenerlo dovranno dichiarare:

  • generalità
  • di non possedere risorse economiche sufficienti.

Si può anche chiedere che il tesserino sia rilasciato senza l’indicazione del tuo nome e cognome.

Con il tesserino S.T.P. si ha diritto:

  • all’assistenza sanitaria di base,
  • e anche ai ricoveri urgenti e non e in regime di day-hospital,
  • infine alle cure ambulatoriali e ospedaliere, urgenti o comunque essenziali, anche se continuative, per malattie o infortunio.

Non molti sanno, infine, che il numero della Tessera Sanitaria ha un significato ben preciso.

Maggiori informazioni a questo link.

Che cos’è il Fascicolo Sanitario Elettronico? Ecco una breve guida.

5 1 vote
Article Rating

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments