Tessera sanitaria smarrita: cosa bisogna fare in questi casi?

Simone Bellitto • 7 Giugno 2019

tessera-sanitaria-smarritaPerdere i documenti personali è spesso una faccenda delicata. E burocraticamente serve ottemperare a passaggi specifici. Ad esempio, in caso di tessera sanitaria smarrita, cosa bisogna fare?


Una tessera sanitaria smarrita può essere un vero e proprio problema: poiché in alcuni casi essa è necessaria per il cittadino, dato che deve essere esibita in alcuni contesti.

In questo articolo vi spiegheremo cosa fare qualora la propria tessera sanitaria venisse smarrita.

Introduzione: la tessera sanitaria

La tessera sanitaria è un documento personale che ha sostituito, a partire dal 2004, il tesserino plastificato del codice fiscale per tutti i cittadini italiani aventi diritto alle prestazioni del Servizio sanitario nazionale (SSN) e muniti di codice fiscale.

La nuova versione della Tessera Sanitaria rappresenta l’evoluzione tecnologica della Tessera “TS” (senza chip). In quanto, oltre ai servizi sanitari normalmente fruibili con la TS, permette anche l’accesso ai servizi offerti in rete dalla Pubblica Amministrazione, in assoluta sicurezza e nel rispetto della privacy.

La distribuzione delle tessere è cominciata a partire dal 1º gennaio 2004 a tutti i soggetti già titolari di codice fiscale nonché ai soggetti ai quali lo stesso sia attribuito d’ufficio. Ha sostituito i vecchi tesserini del codice fiscale, ma non il libretto sanitario.

La Tessera Sanitaria è valida sull’intero territorio nazionale e permette di ottenere prestazioni sanitarie anche nei Paesi dell’Unione europea, in sostituzione dei modelli cartacei. è distribuita dall’Agenzia delle Entrate all’indirizzo di residenza risultante all’anagrafe tributaria al momento della spedizione ed è utilizzabile anche dai non vedenti.

Come può essere utilizzata? tessera-sanitaria-smarrita-utilizzo

Presentandola in farmacia e si potranno detrarre dalla dichiarazione dei redditi le spese sostenute per l’acquisto dei medicinali.

Dal 1º gennaio 2008 è infatti entrata in vigore la normativa che impone l’obbligo di emissione dello “scontrino fiscale” per la certificazione dell’acquisto dei farmaci da utilizzare ai fini della detrazione Irpef. Sullo scontrino è riportata la quantità e tipologia di farmaci acquistati, oltre al codice fiscale del cliente. È necessario, al momento dell’acquisto la tessera sanitaria personale o il proprio codice fiscale.

Quali dati contiene?

I dati contenuti nella tessera sanitaria sono i seguenti:

  • Dati anagrafici;
  • Codice fiscale sia su banda magnetica sia in formato codice a barre;
  • attesta il diritto all’assistenza sanitaria sull’intero territorio nazionale;
  • se convalidata sul retro con i dati TEAM, attesta il diritto alle prestazioni sanitarie urgenti o necessarie, anche se continuative, negli altri Paesi dell’Unione europea;
  • ha una validità massima di 6 anni;
  • alcune tessere hanno il microchip contenente un certificato elettronico che consente il riconoscimento certo dell’identità del cittadino in rete

Come richiederla?

Per richiedere la tessera sanitaria è possibile rivolgersi con carta d’identità (valida), tesserino sanitario regionale (di carta), codice fiscale (tesserino verde) presso:

  • La Asl che rilascerà una stampa della tessera sanitaria provvisoria. La definitiva verrà recapitata all’indirizzo di residenza.
  • Qualsiasi ufficio delle Entrate che procede alla richiesta del duplicato se la tessera è stata emessa ma non recapitata.

Se la tessera non è stata mai emessa è necessario recarsi solo alla Asl.

La Tessera sanitaria è rilasciata a:

  • tutti i soggetti titolari di codice fiscale, aventi diritto all’assistenza sanitaria nazionale. Qualora il periodo di assistenza sanitaria è inferiore a 30 giorni, la ASL di competenza rilascia, in sostituzione della Tessera Sanitaria, un certificato cartaceo;
  • tutti i nuovi nati ai quali è stato attribuito il codice fiscale. A tali soggetti è inviata, automaticamente, una Tessera Sanitaria con validità di un anno; alla scadenza, previo invio dei dati di assistenza da parte della ASL al Sistema TS, viene prodotta una nuova Tessera, con validità ordinaria (6 anni).

tessera-sanitaria-smarrita-furtoTessera sanitaria smarrita

Purtroppo esiste il rischio, come per tutti i documenti personali di perdita della tessera sanitaria per furto o smarrimento.

In caso di tessera sanitaria smarrita cosa bisogna fare? Ecco alcune indicazioni relative ai passaggi più importanti.

La denuncia di smarrimento

La denuncia di tessera sanitaria smarrita è una procedura simile a quella che viene utilizzata quando si smarriscono altri documenti. A differenza però della carta d’identità, che in caso di smarrimento deve essere effettuata una comunicazione agli uffici della Polizia di Stato o dell’Arma dei Carabinieri e sporgere una denuncia, per la tessera sanitaria il riferimento è ovviamente l’Asl.

In caso di furto o smarrimento comunque sia, a scopo cautelativo, sarebbe opportuno presentare denuncia in ogni caso alle autorità competenti.

Sarà comunque necessario compilare un modulo riferito alla perdita del tesserino. Per richiederla si può, in alternativa, chiamare il numero verde 800.030.070, sempre attivo e utile anche per ricevere ulteriori informazioni a riguardo.

Quando si ha la necessita di ottenere il duplicato della tessera sanitaria, importantissimo perché contenente al suo interno il codice fiscale, è necessario presentare presso la Asl di appartenenza la denuncia di smarrimento della stessa.

Se si delegano terzi è invece necessaria la Delega per richiedere il duplicato della tessera sanitaria e la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà per smarrimento furto/usura.

ATTENZIONE: la persona autorizzata deve presentarsi con un proprio documento di riconoscimento valido e la fotocopia di un documento di riconoscimento valido della persona titolare della documentazione.

A questo link potete scaricare un FAC SIMILE DEL MODULO DI DELEGA.

Il duplicato tessera-sanitaria-smarrita-spese-mediche

In caso di furto, smarrimento o deterioramento della Tessera sanitaria è possible richiedere dunque un duplicato. Quali sono i passaggi da seguire?

Come richiedere il duplicato?

Si può richiedere on-line, tramite il servizio dell’Agenzia delle Entrate, il duplicato della Tessera Sanitaria (TS) indicando il codice fiscale oppure i dati anagrafici completi.

Per la richiesta di duplicato, oltre al codice fiscale o, in alternativa, ai dati anagrafici completi del richiedente, occorre specificare la motivazione della richiesta:

  • furto o smarrimento,
  • oppure sostituzione tecnica se la tessera è deteriorata o illeggibile; in quest’ultimo caso viene chiesto il numero di identificazione della Ts o del tesserino di codice fiscale da sostituire.

Per motivi di sicurezza è inoltre necessario inserire alcuni dati desumibili dalla dichiarazione presentata nell’anno precedente:

  • tipo di dichiarazione (730, Unico, nessuna)
  • modalità di presentazione
  • e reddito complessivo dichiarato.

Come e dove ricevere il duplicato?

Dopo l’invio della richiesta, i dati inseriti si confrontano con quelli registrati in Anagrafe Tributaria. Se le informazioni sono corrette, la Tessera viene spedita all’indirizzo presente in Anagrafe Tributaria. Se il richiedente non si assiste nel Servizio Sanitario Nazionale, viene inviato il tesserino di codice fiscale.

Il duplicato non può essere emesso, perché?

Il duplicato non può essere emesso se:

  • il codice fiscale inserito è errato o non presente in Anagrafe Tributaria
  • i dati anagrafici inseriti non sono presenti in Anagrafe Tributaria
  • il soggetto per il quale si richiede il duplicato risulta deceduto in Anagrafe Tributaria
  • il codice fiscale inserito o calcolato in base ai dati anagrafici indicati è stato aggiornato in un altro codice fiscale
  • al soggetto è associato in Anagrafe Tributaria un indirizzo non significativo
  • il numero di identificazione della Tessera Sanitaria o del tesserino di codice fiscale inserito è errato (in caso di richiesta per sostituzione tecnica)
  • per il soggetto è già in corso l’emissione di una tessera, per es. per duplicato richiesto da una Asl o da un ufficio dell’Agenzia, oppure è in corso la riemissione automatica della tessera in scadenza
  • il soggetto è titolare di una Tessera Sanitaria/Carta Nazionale Servizi.

N.B. Non è necessario richiedere il duplicato della Tessera Sanitaria quando questa è prossima alla scadenza. La nuova tessera verrà spedita automaticamente al cittadino, sempre che abbia ancora diritto all’assistenza sanitaria.

Residenti all’estero

In caso di smarrimento e qualora siate residenti all’estero potete avere un duplicato recandovi alla sede del Consolato Italiano nel paese di residenza. Potrete scegliere di ricevere la nuova tessera nel paese estero dove avete registrato la vostra residenza o presso il domicilio in Italia.

Fonte: articolo di Simone Bellitto
avatar
  Subscribe  
Notificami