lentepubblica

Trasformatore elettrico: ecco cos’è e come funziona

lentepubblica.it • 25 Gennaio 2022

trasformatore elettricoChe cos’è il trasformatore elettrico, come funziona e quali tipi si possono trovare in commercio? Vediamolo insieme. 


Il trasformatore non è altro che una macchina statica definita tale in quanto al suo interno c’è il movimento soltanto degli elettroni. Il suo compito è quello di trasformare la tensione e l’intensità di corrente in entrata in tensione e intensità diversa in uscita.

E’ questa una macchina che funziona utilizzando la corrente alternata e che viene sfruttata per il trasporto di energia elettrica.

Il compito dei trasformatori è molto importante in quanto danno la possibilità di trasportare e distribuire l’energia elettrica tutti i valori di tensione che convergono sul piano tecnico ed economico.

In che modo è composto una trasformatore elettrico

Il trasformatore elettrico semplice è formato da due circuiti elettrici isolati e tra loro: il primo che ha il compito di ricevere l’energia e il secondo che la eroga. A patto che non siano presenti dispersioni o perdite, la potenza intercorsa tra l’ingresso e l’uscita della corrente risulta essere costante. Inoltre stiamo parlando di una macchina reversibile in quanto i due circuiti appena descritti possono essere invertiti facendo sì che il circuito di ingresso possa essere utilizzato come circuito di uscita e viceversa.

All’interno del trasformatore è possibile trovare anche un nucleo in ferro composto da lamiere sovrapposti e isolati. Nel caso in cui uno dei due circuiti viene alimentato utilizzando tensione alternata, all’interno del nucleo centrale centrale sviluppare un flusso magnetico alternato con un’ampiezza che varia in base alla tensione dell’alimentazione.

In che modo funziona un trasformatore

Il circuito primario del trasformatore ha un collegamento diretto con la rete elettrica dell’alimentazione, invece, il secondo, ha il compito di erogare l’energia in uscita. Sfruttando il nucleo centrale, il circuito magnetico riesce a raggiungere il circuito secondario. Nel caso in cui la tensione in uscita è più bassa di quella in entrata, il trasformatore avrà il compito di riduttore.

I tipi di trasformatore esistenti

Diversi sono i tipi di trasformatori esistenti che possono essere trovati in commercio, ossia:

  • trasformatore di tensione, ossia quello descritto fino ad ora;
  • trasformatore di isolamento, ossia un dispositivo dove l isolamento elettrico è decisamente accurato. Il suo scopo è quello di scorporare una massa di un apparecchio di misura rispetto alla massa del circuito. Vengono utilizzati quando alla rete sono connessi dei dispositivi medici che devono essere tenuti in sicurezza;
  • trasformatore trifase, ossia delle macchine che trasformano una tensione Tricase. Questi possono comprendere tre trasformatori monofase indipendente oppure tre avvolgimenti primari e tre secondari, il tutto montato sopra un nucleo con tre rami paralleli.
  • Trasformatore di corrente, ossia dei trasformatori che offrono alla corrente di un circuito secondario seguendo sempre una proporzione in base alla corrente presente nel circuito primario. Nella maggior parte dei casi si tratta di trasformatori sfruttati per ridurre flussi di corrente elevati.

I trasformatori sono componenti elettrici che possono essere acquistati su tme.eu

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments