fbpx

In vacanza a Sestriere: turisti rubano il divano dell’albergo

lentepubblica.it • 1 Luglio 2019

turisti-rubano-il-divano-dellalbergoDei turisti rubano il divano dell’albergo: succede a Sestriere, in provincia di Torino, dove spariscono degli insoliti pezzi di arredamento. I carabinieri hanno già trovato i ladri con la refurtiva, in bella mostra in salotto…


Gli alberghieri lo sanno: capita che qualche viandante faccia magicamente “sparire” qualche oggetto dalle stanze, ma mai ci si potrebbe aspettare che l’oggetto in questione possa essere un divano. E’ successo a Sestriere, in provincia di Torino, all’Hotel Cristallo, in uno tra i posti più conosciuti e frequentati della zona.

Smascherati i colpevoli

Turisti rubano il divano dell’albergo. Si tratta di due ragazzi di 21 anni residenti nel Torinese, che oltre al divano erano riusciti a portare via anche un paio di sedie e qualche soprammobile. I mobili in questione si trovavano nella hall dell’albergo, pertanto e portarli via è stata un’operazione piuttosto semplice. Stando alle loro dichiarazioni, avevano intenzione di usare la refurtiva come arredo per la loro casa vacanze.

Per i Carabinieri è stato abbastanza semplice rintracciarli dopo il racconto degli addetti dell’hotel. Infatti dopo una breve indagine, li hanno sorpresi nella loro casa vacanze dove erano esposti, guardacaso, un divano e qualche sedia nuovi. I due hanno avuto molta sfortuna poichè proprio in quel periodo i carabienieri avano disposto sul territorio svariati controlli in tutta la zona, data la stagione sciistica.

Casi analoghi

Approposito di controlli sul territorio, quello sopracitato non è la prima infrazione della stagione. Di fatto sono già state denunciate tredici persone, con reati che vanno dal furto aggravato all’insolvenza fraudolenta. Uno fra questi è il caso di una coppia di amici, dileguatisi dopo il soggiorno al Grand Hotel a Sestriere; oppure, una ragazza napoletana di 20 anni ha rubato una borsa griffata dalla camera di un altro albergo, sempre a Sestriere.

Perciò, cari alberghieri, il consiglio è di munirsi di carta e penna per le denunce ai carabinieri…sempre che le abbiate ancora…

Fonte: Redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami