Uffici Giudiziari: bando di mobilità volontaria per 1.031 posti vacanti di personale amministrativo

lentepubblica.it • 26 Gennaio 2015

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (4a Serie Speciale – Concorsi ed Esami n. 5 del 20 gennaio 2015) il bando di mobilità volontaria esterna per la copertura di complessivi 1.031 posti vacanti di personale amministrativo destinato agli uffici giudiziari.

La procedura, annunciata nei giorni scorsi dal guardasigilli Andrea Orlando, è rivolta a personale dipendente a tempo pieno ed indeterminato appartenente non solo al comparto Ministeri ma anche ad altre amministrazioni e rappresenta un importante risultato per salvaguardare la funzionalità e l’efficienza degli uffici giudiziari, ormai da tempo gravati da croniche carenze di organico dovute al blocco del turn over.

Con relativo provvedimento è indetta la procedura di mobilità volontaria esterna per la copertura di 1.031 posti vacanti degli uffici giudiziari, a tempo indeterminato, presso il Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria del personale e dei servizi.

Alla procedura di mobilità possono partecipare i candidati in possesso, alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande di partecipazione, dei seguenti requisiti:

  1. essere dipendente di ruolo, con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, in una delle Pubbliche Amministrazioni di cui all’art. 1, comma 2, del D.Lgs. 165/2001 e s.m.i., ovvero in uno dei Dipartimenti del Ministero della Giustizia diversi dall’Organizzazione giudiziaria, soggetti a regime di limitazione delle assunzioni di personale a tempo indeterminato, espressamente dichiarata dall’amministrazione di provenienza del medesimo dipendente;
  2. appartenere, nell’ambito di una stessa figura professionale, ad area e profilo professionale corrispondente a quello per il quale si intende proporre domanda di trasferimento, secondo quanto precisato nel successivo articolo 3 e così come specificato nella descrizione dei singoli profili professionali riportati all’articolo 7;
  3. non avere in corso procedimenti penali pendenti e non aver riportato condanne penali che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione di un rapporto di lavoro con Pubbliche Amministrazioni;
  4. non avere in corso procedimenti disciplinari e non aver subito sanzioni disciplinari nei due anni precedenti la data di scadenza del presente avviso;
  5. godimento dei diritti civili e politici;
  6. avere già superato il periodo di prova presso l’Amministrazione di appartenenza,

SONO ESCLUSI dalla presente procedura:
Tutti i dipendenti in servizio a tempo pieno e indeterminato già assunti ai sensi dell’art. 3 e 18 della legge 68/1999, in quanto presso l’Amministrazione della Giustizia l’aliquota riservata a tali categorie risulta completa.

 

 

Consulta gli allegati:

DOG_mobilita_2015_all_A_posti_vacanti

DOG_mobilita_2015_all_B_facsimile_domanda

DOG_mobilita_2015_all_C_criteri_graduatoria

 

 

 

FONTE: Ministero della Giustizia

 

 

 

giustizia-toghe

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami