La Commissione di vigilanza apprezza le semplificazioni

lentepubblica.it • 15 Gennaio 2015

Apprezzamento dal presidente Portas per la proficua e leale collaborazione instaurata con l’Agenzia per individuare soluzioni dirette a facilitare il rapporto con i contribuenti

Realizzare gli obiettivi definiti dall’Agenda digitale italiana. Rossella Orlandi, nel corso dell’audizione di stamattina in Commissione parlamentare di vigilanza sull’Anagrafe tributaria, ha sottolineato l’importanza del progetto che porta alla semplificazione dei rapporti tra Pubblica amministrazione e cittadini e imprese. Nel suo ambito, uno dei temi più cari al direttore dell’Agenzia: intensificare l’utilizzo dei pagamenti elettronici che, oltre a facilitare gli adempimenti dei contribuenti, contribuirebbe in misura significativa al contrasto all’evasione.

La Orlandi ha evidenziato che le priorità già individuate in questo settore riguardano l’attivazione e il funzionamento del Sistema pubblico per l’identità digitale (Spid), dell’Anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpr) e della fatturazione elettronica. Quest’ultima, in particolare, già oggi, rappresenta una svolta fondamentale per le imprese che operano con la Pubblica amministrazione, ma presto si passerà all’estensione della nuova modalità di fatturazione anche nei rapporti “B2B” (business to business). A tal proposito, il direttore ha sottolineato l’importanza del confronto tra tutte le parti coinvolte, sugli aspetti sia tecnici sia giuridici.
L’utilizzo a regime della fatturazione elettronica consentirà, alle imprese, risparmi nella gestione della contabilità e nella trasmissione dei dati, e, all’Amministrazione, un più efficace utilizzo delle informazioni, anche per il controllo fiscale.

Parlando dello Spid, ricorda che il sistema impone alle Pa, per l’identificazione e l’autenticazione in rete degli utenti dei servizi telematici, il solo uso dell’identità digitale di cittadini e imprese, della carta di identità elettronica (Cie) e della carta nazionale dei servizi (Cns), vietando, di fatto, l’uso di strumenti di identificazione e autenticazione alternativi e arginando il fenomeno del “furto” d’identità.
Tutti questi argomenti interessano e coinvolgono l’Agenzia delle Entrate che, da anni, fornisce servizi telematici a cittadini e imprese.

Nel perimetro della razionalizzazione delle banche dati pubbliche e della creazione dell’Anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpr), l’Amministrazione finanziaria parteciperà con appositi servizi per il costante allineamento tra le informazioni presenti nella stessa e quelle in dotazione all’Anagrafe tributaria, per garantire la corrispondenza univoca tra le informazioni anagrafiche dei cittadini e il dato “chiave” costituito dal codice fiscale.

Rossella Orlandi ha poi risposto a quesiti formulati nel corso di precedenti audizioni e chiarito argomenti vari sollecitati dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili.

Al termine dell’audizione, il presidente della Commissione, Giacomo Antonio Portas, ha espresso il suo apprezzamento per la proficua e leale collaborazione instaurata con l’Agenzia delle Entrate, che ha consentito di affrontare temi di grande interesse per i cittadini e i professionisti, per individuare soluzioni dirette alla semplificazione dei rapporti tra Amministrazione e contribuenti.

 

FONTE: Fisco Oggi – Rivista Telematica dell’Agenzia delle Entrate

 

 

semplificazione

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami