Zone franche urbane – Continua nel Mezzogiorno l’attività di accompagnamento Anci-Mise

lentepubblica.it • 26 Marzo 2014
Il 24 e 25 marzo scorso, Anci, Area Mezzogiorno e cooperazione internazionale  con i referenti tecnici del Mise, è intervenuta a Trapani e Termini Imerese per altri due incontri informativi in programma sulle Zone Franche Urbane. I seminari sono stati realizzati nell’ambito del piano di supporto ai territori ed alle amministrazioni comunali, messo a punto nel quadro di una collaborazione fra Ministero per lo sviluppo economico  e Associazione nazionale comuni italiani, che si avvale anche dei tecnici dell’Ifel per la realizzazione dell’intervento.
Durante l’incontro di Trapani coorganizzato dai Sindaci della Provincia, Castelvetrano, Erice e Trapani ed ospitato da Confindustria Provincia di Trapani, è emerso l’apprezzamento dell’associazione degli industriali per lo strumento ZFU,  considerato, nonostante alcune criticità, un’opportunità senz’altro da cogliere e sperimentare per aiutare il sistema territoriale siciliano ad uscire dalla crisi in cui versa.
All’incontro sono anche  intervenuti il Presidente della Regione, Rosario Crocetta e l’Assessore regionale alle attività produttive , Linda Vancheri, ai quali i tre Sindaci hanno unanimemente ricordato che lo strumento ZFU potrà rappresentare un reale volano di sviluppo solo se accompagnato da interventi integrativi per la realizzazione delle opere di infrastrutturazione e dei servizi necessari, insieme alle agevolazioni, per attrarre investimenti ed impattare efficacemente sulla riqualificazione economica e sociale delle porzioni di territorio bersaglio della misura.
Questa prima attuazione delle ZFU  va dunque monitorata  ed  un’ottima opportunità per il rifinanziamento potrebbe essere rappresentata dai residui fondi strutturali dell’UE 2007-2013, nonché dalla nuova programmazione comunitaria 2014-2020.
A questo proposito, l’Assessore Vancheri  ed il Presidente Crocetta ribadendo l’altissimo interesse della Regione per lo strumento ZFU, hanno dichiarato l’intenzione di rifinanziarlo, anche nel contesto dei nuovi programmi operativi regionali per il ciclo dei fondi strutturali 2014-2020.
Impegno ribadito da Linda Vancheri anche a Termini Imerese, sottolineandone il carattere peculiare di essere l’unica ZFU in un’area di crisi industriale complessa.
A Termini le associazioni di categoria, da quella degli artigiani all’ordine dei commercialisti, hanno espresso il loro plauso per uno strumento che darà  una boccata di ossigeno a imprese piccolissime , che hanno dichiarato che avrebbe senz’altro cessato l’attività in mancanza di un intervento come ZFU. Anche il Sindaco ed il suo Assessore al bilancio hanno sottolineato come la misura ,  così  semplice ed automatica,  dovrà essere riproposta nelle prossime annualità e che, quella che ora è una misura anticrisi, nel futuro, in una logica strutturata di integrazione con altri interventi, potrà dare slancio alla ripresa economica del territorio.
Adriana Canini intervenuta per il Mise ha ricordato che la misura è stata strutturata proprio in maniera tale da favorire e rendere semplice ed automatico  l’accesso alle agevolazioni da parte degli imprenditori; nonostante l’automaticità dello strumento,  saranno  comunque previsti controlli a campione, per cercare di evitare  comportamenti scorretti.
Tutti i sindaci hanno ringraziato l’Area Mezzogiorno e cooperazione dell’Anci per il lavoro svolto in questi anni sulle Zone Franche urbane e per favorirne, finalmente l’attuazione, dopo anni di lunga attesa.
FONTE: Anci
zone franche urbane
0 0 vote
Article Rating
Fonte:
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments