lentepubblica

Acquisti in Rete PA: le criticità del nuovo MePA segnalate dai nostri lettori

lentepubblica.it • 6 Luglio 2022

acquisti-in-rete-pa-criticita-mepaAlla fine del mese di maggio sono state introdotte alcune novità sul MePA: tuttavia sono molti gli utenti che hanno riscontrato criticità con il nuovo portale degli Acquisti in Rete della PA.


Dallo scorso 26 maggio, è stata introdotta la nuova Piattaforma di e-Procurement DAG/Consip. La costruzione della nuova piattaforma è stata coordinata dalla Direzione dei sistemi informativi e dell’innovazione del DAG.

In sintesi sono stati tre i principali cambiamenti:

  • Nuova architettura
  • Modifiche all’esperienza utente
  • Modifiche alla configurazione

Tuttavia, come abbiamo introdotto all’inizio di questo articolo, sono molti gli utenti che hanno riscontrato diversi livelli di criticità con la nuova piattaforma.

Tra le criticità si lamentano infatti rallentamenti, blocchi di sistema e c’è chi invoca anche una class action per avere un risarcimento per i disagi subiti con il passaggio al nuovo sistema.

Scopriamone di più attraverso la voce di chi sta subendo questa situazione.

Acquisti in Rete PA: le criticità del nuovo MePA segnalate dai nostri lettori

Abbiamo dunque voluto raccogliere qui di seguito alcune tra le rimostranze contro la nuova piattaforma segnalate e commentate dai nostri lettori, che auspicano al più presto miglioramenti di sistema.

(Ne abbiamo scelto solo qualcuna particolarmente significativa a titolo esemplificativo. Le altri voci discordanti sul nuovo MePA sono disponibili nella sezione “commenti” del nostro articolo sul lancio della nuova piattaforma).

Problemi con il numero verde

Ad esempio Gianluca sostiene che:

Al numero verde non risponde nessuno (dopo oltre 40 min. di attesa) nel portale entro ho avviato una trattativa diretta e stamini mi comparivano le scelte per visualizzare le offerte e/o per stipulare il contratto oggi queste scelte “spariscono” e non riesco a fare nulla/a concludere la trattativa !!!

Secondo Luciano, tecnico comunale:

Che disastro! Prima era criptico e malfunzionante, ora è criptico e per nulla funzionante. Come tecnico comunale sono riuscito a creare e inviare (con infiniti tentative e ripetizioni impiegando ore e ore) due semplici trattative dirette e inviarle agli operatori economici.

Entrambi sono riusciti (anche loro con numerosi sforzi) a caricare l’offerta entro i termini e a riscontrarne ricevuta di inoltro. Ora la situazione è questa: su una TD non riesco a vedere l’offerta mentre l’altra TD è completamente sparita, anche facendone ricerca per n° di trattativa non mi compare nulla.

Telefono al numero verde, attendo più di un’ora e finalemnte mi rispondono. Mi aprono un ticket, mi danno il relativo numero e mi consigliano anche di scrivere spiegando il tutto in una mail da inviare pure al servizio di assistenza, con allegati gli screenshot che il sistema mi restituisce, i numeri di TD e citando il numero del ticket aperto.

Così faccio […] e ancora non ho ottenuto considerazione, risposta, riscontro e soluzione dei problemi.

Ma perchè queste cose capitano solo sui portali della PA?

Giorni di lavoro persi, buttati letteralmente via, come se non bastasse la burocrazia oppressiva con la quale già ci soffocano.

Povera Italia! Avanti così non potremo mai essere un Paese moderno e dinamico….. resteranno solo i pomposi e vuoti proclami dei soloni e papaveroni di turno…. Buona fortuna!

Errori e tempistiche lunghe

Veementi anche le proteste di Chiara:

Già era complicato prima ora è inutilizzabile! Errori continui, impossibilità a procedere, tempi infiniti. Per non parlare della funzione di gestione del catalogo, del fatto che hanno eliminato di default tutti gli articoli in catalogo della versione precedente, e che non è più possibile consultare gli ordini della vecchia versione. Il Call Center inesistente, ore di attesa per sentirsi dire di consultare i Video Tutorial. Non è possibile fare segnalazioni. Ordini in stand by, Clienti che non possono acquistare e noi Fornitori costretti ad utilizzare questa piattaforma che una azienda mai e poi mai, se fosse libera di farlo, sceglierebbe di utilizzare. E’ mai possibile che non abbiano fato dei test prima di pubblicare questa “nuova” versione?

Le criticità per le stazioni appaltanti

Simonetta, invece, lamenta le criticità subite dal lato della stazione appaltante:

Ad oggi come stazione appaltante NON riusciamo a visualizzare le OFFERTE e pertanto siamo completamente bloccati. Gli operatori telefonici, a parte risponderti dopo circa 45/50 minuti purtroppo aprono una semplice segnalazione di HD di tipo informatico che con buona probabilità finisce tra le migliaia di segnalazioni e non si hanno riscontri.

Personalmente avevo riscontrato che l’anagrafica caricata aveva una mail obsoleta di 2 anni quindi se tanto mi da tanto l’importazione di dati/anagrafiche e quant’altro da un sistema all’altro non è andata a buon fine o meglio ha importato dati non aggiornati e provenienti da chissà quale backup. Sta di fatto che dopo quasi un MESE il portale è OUT e non sappiamo come uscirne.

Inoltre segnalo tutta una serie di incongruenze che portano confusione e aggravio delle procedure che vanno da vedere che le TD vengono chiamate RDO nella pagina del cruscotto, all’eliminazione, sempre per le TD della generazione automatica del documento di Stipula che così facendo, non solo deve essere creato a doc dalla Stazione Appaltante ma se l’O.E. vuole averlo deve essere trasmesso con una comunicazione specifica o tramite il portale stesso o con un sistema esterno perchè anche se lo si carica sul portale l’O.E. non lo vede e non lo riceve in automatico.

Gran bel Lavoro di Aggiornamento. Spero vivamente sia prevista una nuova release 2.0 al più presto perchè così è decisamente impossibile lavorare in modo efficace ed efficiente.

Problemi con i documenti

Secondo l’esperienza di Gennaro:

Non si riesce a partecipare ad una gara ormai da mesi. Documenti con firma digitale che non possono essere caricati, allegati da parte Dell ente che non vengono scaricati in modo corretto. Procedere ad una gara ormai è impossibile… È una vergogna, nessuno che risponde e se ti rispondono nessuno sa niente.

Problema diverso quello riscontrato da Giuliano:

Segni di spunta tutti verdi, documento firmato e caricato correttamente, RISULTATO: “dati di input errati”.

E sulla questione dati input errati Patrizia commenta:

Sono 10 giorni che dice dati input errati. Chiamando al n. Gratuito ti assegnano un codice e così puoi scrivere una mail ufficiale. Ma ad oggi nessuna risoluzione. O meglio la risposta dell’operatore è : purtroppo è un anomalia del sistema.

Problemi per gli acquisti in convenzione

Un altro utente lamenta problemi relativi alle procedure sugli acquisti in convenzione:

Qualcuno sa darmi indicazioni su come procedere per inoltrare un acquisto in convenzione? La convenzione di gasolio scadrà sabato prossimo e non riesco a caricare gli ordini. Mi dice che non è in grado di creare il PDF; ho chiamato i fornitore e mi ha detto che sta ricevendo gli ordini sul vecchio ambiente, ma io non riesco a lavorare neanche su quello; posso creare la bozza dell’ordine ma mi dice che non può generarlo per impossibilità di creare il PDF (stesso messaggio sia sul vecchio che sul nuovo ambiente). Il call center non risponde e non so a chi chiedere supporto. Spero che qualcuno che ha già affrontato una situazione analoga possa aiutarmi.
Grazie

Problemi simili lamentati anche da Claudia:

Sono un DSGA di una scuola, da due giorni cerco di fare una ODA in Convenzione per l’acquisto di tablet. Nel generare l’ordine mi dice che non è possibile creare il pdf, mi ritrove nella vecchia sezione l’ordine in bozza senza possibilità di procedere oltre. ho aspettato che il sistema si normalizzasse ma ho dovuto procedere comunque a ridosso della scadenza. Ho pultio cache, svuotato cronologie, sono entrata in modalità incognito ho atteso un’ora e un quarto il numero verde per poi aprire un tagliando. Il 30 giugno la mia scuola perderà 11.993,00 di finanziamento per questo motivo.

Conclusioni?

Chiudiamo questa rassegna di lamentele e rimostranze con l’ironico commento di Lucio:

In Giappone avrebbero fatto harakiri per una figura così barbina.

Ok. siamo civili, nessuno auspicherebbe una soluzione così drammatica……

In qualche paese nordico i responsabili si sarebbero dimessi scusandosi pubblicamente, mettendoci faccia, nome e cognome.

Ok, non chiediamo neanche le dimissioni, ma due righe di scuse, del tipo “ci dispiace, abbiamo cannato” seguito da un nome, cognome e posizione, …….dopo un mese di imbarazzante incompetenza, magari con onore attenuerebbero sensibilmente la ciclopica figuraccia…..

Scommettiamo che non accadrà?

Una pizza e una birra?

Ma da ordinarsi fuori MePA.

 

5 3 votes
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Gioacchino Gargiulo
Gioacchino Gargiulo
7 Luglio 2022 10:19

Rappresento una Società di Ingegneria che non ha potuto ricevere alcune RDO essendo stata cancellata dal MEPA!!
Telefonate, anche sul numero pagamento, 3 settimane e ancora NULLA! segnalazioni, etc….meglio non aggiungere altro… PEC di protesta a CONSIP… NIENTE… i tecnici sono al lavoro… forse i test andavano fatti prima invece di avere tante cavie gratis!

ARMANDO RUBEI
ARMANDO RUBEI
8 Luglio 2022 8:05

In un periodo di crisi come questo, modificare completamente uno strumento necessario, imposto ovviamente, come il MEPA non ha fatto altro che creare ulteriori problemi alle imprese. Inoltre, si insiste nell’affermare che è stato perfezionato per facilitare operatori ed enti, cosa tutt’altro che vera. Nel mio caso, oltre ad altre problematiche, non riesco a visualizzare gli inviti diretti, dei quali però, mi arrivano le comunicazioni mail per variazioni ed altro. Insomma, uno spreco di soldi ed un problema per chi deve lavorare.

gabriella Russo
gabriella Russo
15 Luglio 2022 20:38

Convengo. Un portale indegno. Cerco da una settimana inutilmente di caricare un documento. Non capisco per quale allucinante motivo dobbiamo iscriverci a questo disastro. Che paese! Se queste sono le procedure snellite addio!