lentepubblica

Buoni rette per asilo nido 2023: l’iniziativa della Regione Lazio

lentepubblica.it • 17 Dicembre 2022

buoni-rette-asilo-nido-2023-regione-lazioEcco i dettagli dell’iniziativa della Regione Lazio dedicata ai buoni per il pagamento delle rette dell’asilo nido per l’anno educativo 2022-2023.


Dieci milioni di euro in buoni servizio utili al pagamento delle rette degli asili nido: è questo l’obiettivo della III edizione dell’avviso pubblico promosso dalla Regione Lazio finalizzato all’erogazione di un buono mensile di € 400 mensili, utilizzabile per la frequenza di servizi educativi per l’anno educativo 2022-2023, per le 11 mensilità comprese tra il 01/09/2022 e il 31/07/2023.

Buoni rette per asilo nido 2023: l’iniziativa della Regione Lazio

L’avviso, finanziato con risorse PR Lazio FSE+ 2021-2027 (Priorità “Inclusione Sociale”) si colloca nell’ambito delle attività delegate all’Organismo Intermedio (OI) Efamily.

Le finalità previste, in continuità con l’edizione precedente, sono:

  • aumentare, consolidare e qualificare i servizi di cura socioeducativi per la prima infanzia (3-36 mesi);
  • migliorare l’accesso a servizi di qualità a prezzi accessibili, sostenibili e di alto interesse generale;
  • consentire a coloro che hanno la responsabilità genitoriale di mantenere o migliorare la propria condizione lavorativa o di avere il tempo di intraprendere percorsi di formazione professionale, di istruzione o di inserimento/reinserimento lavorativo.

I buoni servizio sono spendibili per accedere ai servizi educativi nel territorio della Regione Lazio, accreditati ai sensi della D.G.R n. 903/2017 e ss.mm.ii., della DGR n. 442/2022 o della DGR n. 964/2022 o, nelle more dell’accreditamento, per il periodo 1° settembre 2022 – 31 luglio 2023 (Anno Educativo 2022-2023).

In ragione dei tempi necessari per espletare le procedure relative all’accreditamento dei servizi educativi saranno ammesse domande riferite ad un minore iscritto ad un servizio educativo non ancora accreditato unicamente se quest’ultimo ha presentato richiesta di accreditamento entro la data del 31 gennaio 2023.

Chi può presentare domanda?

Possono presentare domanda: coloro che hanno la responsabilità genitoriale di un minore iscritto ad un servizio educativo accreditato o che abbia effettuato richiesta di accreditamento, nel territorio della Regione Lazio. Nel caso in cui il richiedente intenda usufruire dei buoni servizio per più di un minore, dovrà presentare una domanda per ciascuno di essi.

Le spese sostenute per il pagamento della retta di frequenza devono essere chiaramente riconducibili al soggetto richiedente.

Al momento della presentazione della domanda, il richiedente deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell’Unione Europea o di uno stato non facente parte dell’Unione Europea in possesso di regolare permesso di soggiorno CE (ai sensi del D.lgs 286/98 e ss.mm.ii.);
  • essere residente o domiciliato in uno dei comuni della Regione Lazio;
  • avere la responsabilità genitoriale del minore destinatario del servizio per l’infanzia;
  • essere la persona che sostiene il pagamento delle spese relative al servizio educativo frequentato dal minore;
  • avere un ISEE (ultima certificazione ISEE in corso di validità) di importo pari o inferiore a 60.000 Euro 6.

Modalità e termini di presentazione delle domande

I richiedenti devono presentare domanda di partecipazione ai sensi del presente Avviso, redatta esclusivamente on-line accedendo all’apposita piattaforma efamily al seguente indirizzo http://buoninido.efamilysg.it.

Si specifica che la domanda deve essere presentata dal richiedente che sostiene il pagamento della retta.

A pena di esclusione, la domanda, compilata in ogni sua parte e completa di tutta la documentazione richiesta, da allegare alla stessa in formato elettronico, debitamente firmata e scansionata in formato pdf o firmata digitalmente in formato p7m, deve essere inoltrata esclusivamente utilizzando la procedura informatica di invio telematico.

Si potrà procedere alla presentazione della domanda a partire dalle ore 15:00 del giorno 15 dicembre 2022.

La modalità di presentazione delle domande è “a sportello” e pertanto potranno essere presentate domande fino all’esaurimento delle risorse disponibili o fino al termine ultimo previsto, entro le ore 23:59 del 30 giugno 2023.

I richiedenti a cui è stato assegnato il buono, potranno richiedere la liquidazione dei contributi corrispondenti ai buoni mensili riconosciuti rendicontando le spese sostenute per ciascuna mensilità, sempre tramite la piattaforma.

È possibile rendicontare e chiedere il rimborso anche di spese già sostenute, relative alle mensilità dell’Anno Educativo 2021-2022 precedenti alla data di presentazione della domanda, nel rispetto di quanto previsto dall’avviso (a cui si rimanda per le specifiche).

Sono previste tre tranche di rendicontazione e liquidazione dei contributi ed in particolare:

  • I tranche: per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022 e rendicontate entro il 28 febbraio 2023;
  • II tranche: per le spese sostenute entro il 30 aprile 2023 e rendicontate entro il 31 maggio 2023;
  • III tranche: per le spese sostenute entro il 31 agosto 2023 e rendicontate entro il 30 settembre 2023

Nel caso in cui il minore destinatario sia iscritto ad un servizio educativo non ancora accreditato al momento della presentazione della domanda la liquidazione dei contributi avverrà solo se al servizio educativo sarà riconosciuto l’accreditamento (entro 90 giorni dalla data di presentazione della richiesta di accreditamento). In caso di mancato riconoscimento dell’accreditamento il richiedente perderà diritto a ricevere i contributi e i buoni mensili saranno annullati.

I richiedenti dovranno accedere alla piattaforma e selezionare le singole mensilità presenti sulla loro area personale (corrispondenti alle mensilità indicate nella domanda approvata) e compilare a sistema la richiesta di liquidazione del buono allegando, pena la non riconoscibilità del contributo.

Le modalità operative di presentazione delle richieste di pagamento tramite la piattaforma e-family sono specificate in un apposito Manuale per le famiglie richiedenti, parte integrante del presente avviso, pubblicato al seguente indirizzo www.efamilysg.it contenente la guida dettagliata di tutte le fasi del processo di presentazione delle domande di erogazione del contributo.

Le risorse disponibili per il presente avviso ammontano complessivamente ad euro 10.000.000. I fondi sono trasferiti dalla Regione Lazio al R.T.I. Edenred Italia s.r.l. – Mbs s.r.l. che, in qualità di O.I. è incaricata di erogare i buoni servizio. La Regione Lazio si riserva la facoltà di ripianificare l’importo complessivo dell’avviso.

 

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments