Acquisti in rete PA: una guida completa all’uso del mercato elettronico

lentepubblica.it • 26 Ottobre 2018

acquisti-in-rete-paIl portale acquisti in rete PA è utile per migliorare gli acquisti pubblici di beni e servizi ottimizzando la spesa pubblica, semplificando i processi di fornitura e di acquisto in modo innovativo e trasparente.


Il programma per gli acquisti in rete PA, realizzato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze tramite Consip S.p.A., segue le Amministrazioni nella gestione del cambiamento dei loro processi di acquisto.

 

È nato nel 2000 con l’obiettivo di razionalizzare e rendere più efficienti gli acquisti pubblici, quindi porta avanti una vera e propria rivoluzione nel mondo degli appalti pubblici in un processo di modernizzazione nel modo di concepire il public procurement (appalti pubblici).

 

Il portale acquisti in rete della Pubblica Amministrazione permette di ottimizzare gli acquisti pubblici di beni e servizi razionalizzando la spesa pubblica e semplificando i processi di fornitura e di acquisto in modo innovativo e trasparente

 

Il Consip, società del Ministero dell’Economia e delle Finanze, è incaricata dello sviluppo delle iniziative del Programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

 

Svolge un ruolo fondamentale nell’attuazione del programma garantendo:

 

  • Riduzione dei costi e delle difformità di prezzo a livello geografico per le PA;
  • Dematerializzazione delle procedure di gara e abbreviazione delle tempistiche di procedimento;
  • Offerta merceologica vasta, flessibile e diversificata;
  • Innovazione merceologica e di processo nel mercato della fornitura;
  • Trasparenza e semplificazione delle procedure di acquisto;
  • Nuovi canali di accesso alla domanda pubblica per le imprese;
  • Sviluppo di nuove modalità di approvvigionamento.

 

La Piattaforma acquisti in rete PA rappresenta il punto principale del programma e permette:

 

  • un unico punto di accesso a tutti gli strumenti di acquisto e negoziazione,
  • un ambiente di interazione tra la stazione appaltante e le imprese seguendo i principi di trasparenza, sicurezza e integrità dei dati.

 

Sono stati ideati e sviluppati strumenti di acquisto e servizi d’avanguardia quali:

 

  • Procedure di acquisto interamente telematiche (convenzioni, accordi quadro);
  • Strumenti negoziazione (mercato elettronico, sistema dinamico);
  • Piattaforma in ASP, Azienda Servizi Pubblici S.p.a.

 

 

Che cos’è il MePA (mercato elettronico della P.A.)?

 

Il MePA è un mercato digitale in cui le Amministrazioni possono acquistare beni, servizi e lavori di manutenzione offerti dai fornitori abilitati, per importi inferiori alla soglia comunitaria.

 

Le Amministrazioni hanno a disposizione un ventaglio di prodotti o servizi offerti da una pluralità di fornitori. Il Mercato elettronico è aperto a tutti gli operatori economici che soddisfino i criteri di abilitazione. Ha diversi vantaggi sia per le amministrazioni che per i fornitori.

 

I primi possono beneficiare di:

 

  • Risparmio di tempo sul processo di acquisizione di beni e servizi;
  • Trasparenza e tracciabilità dell’intero processo d’acquisto;
  • Aumento della possibilità di scelta, quindi opportunità di confrontare prodotti/servizi offerti da fornitori presenti su tutto il territorio nazionale;
  • Le esigenze specifiche sono soddisfatte grazie ad un’ampia gamma di prodotti disponibili e alla possibilità di emettere richieste di offerta.

 

I fornitori invece hanno la possibilità di usufruire dei seguenti vantaggi:

 

  • Diminuzione dei costi commerciali e ottimizzazione dei tempi di vendita;
  • Accesso al mercato della P.A. su tutto il territorio nazionale;
  • Valorizzazione della propria impresa anche di piccole dimensioni;
  • Concorrenzialità e confronto diretto con il mercato di riferimento;

acquisti-in-rete-pa-strumenti

 

Come acquistare sul MePA?

 

Il MePA rappresenta una valida opportunità per le PA, le imprese e gli imprenditori, proprio perché, come abbiamo visto, possono verificare e confrontare on line l’acquisto e vendita di merci e servizi.

 

Attraverso la vetrina del portale le imprese possono visualizzare se tra i bandi attivi è presente uno che fa al caso loro.

 

A questo punto l’impresa scarica online il bando con la documentazione e invia la richiesta di partecipazione.

 

Lo strumento di ricerca sul portale va ad individuare tutte le offerte di catalogo presenti sul MePA che contengono nella descrizione le parole esatte ricercate.

 

I bandi sono suddivisi per categoria merceologica e adatti quindi al proprio raggio di azione.

 

Le aziende che partecipano al Mepa sono obbligate a corrispondere il bene o il servizio per cui si propongono solo nel caso la gara sia caratterizzata dal cosiddetto Importo Minimo di Consegna. Il limite cui il fornitore del bene o del servizio è obbligato a rispondere per quanto concerne l’effettuazione della consegna e le condizioni economiche.

 

Ci sono due modalità di acquisto sul MePA:

 

  • l’ordine diretto di acquisto (ODA), che avviene direttamente sul catalogo prendendo spunto dalle proposte delle aziende con un contatto diretto uno ad uno;
  • la Richiesta di Offerta (RdO), nella quale le aziende pubbliche interessate inviano una richiesta a presentare l’offerta su una precisa richiesta. Lo possono fare tutte le aziende indicate, è una gara chiusa ma a cui possono accedere tutte le aziende invitate e/o appartenenti alla categoria.

 

Quali sono i requisiti per accedere al MePA?

 

Per accedere ai servizi offerti dal MePA le imprese necessitano di precisi requisiti. Prima di tutto devono essere iscritti alla Camera di Commercio. Si possono abilitare al MePA i soggetti singoli o in forma “aggregata”. Tra questi ultimi sono ammessi a richiedere l’abilitazione alcune categorie:

 

  • i consorzi fra società cooperative di produzione e lavoro e i consorzi tra imprese artigiane;
  • i consorzi stabili, anche in forma di società consortili tra imprenditori individuali, artigiani, società commerciali, società cooperative di produzione e lavoro;
  • le aggregazioni tra le imprese aderenti al contratto di rete dotate di organo comune e di soggettività giuridica.

 

Non sono invece ammessi a richiedere l’abilitazione:

 

  • raggruppamenti temporanei di imprese;
  • consorzi ordinari di concorrenti;
  • la rete di imprese priva di soggettività giuridica, o priva di potere di rappresentanza o reti sprovviste di organo comune.

 

L’abilitazione comunque è possibile sia che partecipino con la propria struttura d’impresa sia che partecipino con le proprie consorziate.

 

Per aiutare le imprese ad abilitarsi, Consip e Confesercenti hanno attivato sul territorio uno sportello al quale le imprese possono rivolgersi per ricevere spiegazioni sulle modalità di utilizzo del Mercato Elettronico, per presentare la domanda di abilitazione e per essere assistite anche in seguito ad operare sul Mercato Elettronico.

 

La collaborazione con Confesercenti è stata avviata nel 2013 proprio per creare una rete di supporto nell’utilizzo dei sistemi per le imprese che vogliono accedere al mercato della Pubblica Amministrazione.

 

acquisti-in-rete-pa-iscrizione

Come iscriversi

 

 

Per usufruire dei servizi descritti è necessario iscriversi alla piattaforma degli acquisiti in rete, attraverso due fasi:

 

  1. Nella prima, Registrazione Base, si devono indicare i dati personali relativi all’impresa e un indirizzo di posta elettronica. Sarà necessario anche specificare l’ambito di apparenza (UE o no), la partita IVA e una password da associare al nome utente e formata da otto caratteri alfanumerici;

 

  1. Nella seconda, ovvero Abilitazione Mepa fornitori, finalizzata all’abilitazione al bando prescelto. A portarla avanti sarà in questo caso il legale rappresentante dell’azienda, dotato di firma digitale.

 

In questa fase viene stampato il cosiddetto documento di abilitazione, che dovrà essere sottoscritto in ogni sua parte e corredato di firma digitale, in modo da conferirgli valore legale.

 

Alla fine non resta che inviare il documento alla Consip, la centrale che provvede agli acquisti per conto della Pubblica Amministrazione. Solo dopo che Consip avrà dato parere positivo l’azienda potrà effettivamente iniziare il suo percorso all’interno del mercato virtuale.

 

Fonte: articolo di Mariangela De Pasquale
avatar
7 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
trackback

[…] attraverso il Mepa i prodotti necessari per le attività di ricerca in laboratorio: è questa una delle numerose […]

trackback

[…] del Programma di Razionalizzazione degli acquisti nella PA, il sito vede rinnovate le sezioni chiave: dal catalogo fino al cruscotto utente e al motore di […]

trackback

[…] Mepa è uno strumento destinato alle procedure d’acquisto di beni e servizi che hanno valore inferiore […]

trackback

[…] questo il MEPA (Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione) ed il suo portale acquisti in rete della Pubblica Amministrazione permette di ottimizzare gli acquisti pubblici di beni e servizi razionalizzando la spesa pubblica e […]

trackback

[…] questa categoria i professionisti possono prestare sul Mepa i propri servizi, tra […]

trackback

[…] strumenti d’acquisto in rete della PA e di negoziazione che Consip mette a disposizione delle pubbliche amministrazioni offrono la […]

trackback

[…] Buoni Pasto PA, sul MEPA sono stati pubblicati alcuni chiarimenti importanti su alcuni lotti […]