lentepubblica

In aumento le criticità finanziarie nei Comuni: il report della Corte dei Conti

lentepubblica.it • 6 Maggio 2022

criticita-finanziarie-comuni-corte-contiSecondo il report della Corte dei Conti aumentano le criticità finanziarie dei comuni, con sofferenza finanziaria  in aumento in tutta Italia, ma i numeri più critici emergono geograficamente dal sud.


Il fenomeno interessa tutta Italia ma trova la sua punta dell’iceberg in Calabria, Campania e Sicilia, dove il 38% degli enti (513 su 1.344) ha, o ha avuto, i conti in rosso e dove si concentrano 42 nuove procedure di dissesto e riequilibrio registrate nel 2021 sul totale nazionale di 65.

Questi sono i dati principali che emergono dal report generato da una recente audizione della Corte dei Conti.

In aumento le criticità finanziarie nei Comuni: il report della Corte dei Conti

Il report elaborato sulla base dell’audizione riguarda lo “stato di attuazione del federalismo fiscale, prospettive e piano nazionale di ripresa e resilienza”, depositato con una memoria articolata in due parti.

La prima analizza lo svolgimento del percorso autonomistico, anche, attraverso l’osservazione dei principali indicatori di autonomia finanziaria.

La seconda offre spunti di riflessione sulla necessità di finalizzare, secondo criteri oggettivi ed efficienti, le risorse dei livelli territoriali, nella fase di realizzazione del progetto di riforma del quadro fiscale subnazionale, compreso tra gli obiettivi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), da raggiungere entro il 2026.

In particolare la Corte dei Conti si è pronunciata affermando che: “Il fenomeno interessa il 20 per cento dei comuni e coinvolge centri urbani importanti e capoluoghi di provincia“.

Secondo la Corte, le ragioni di queste difficoltà, possono trovarsi nei difficili contesti economici di alcune aree e nello specifico a “disfunzioni organizzative dei singoli enti, come inefficienze nella gestione delle risorse e scarsa attenzione alla riscossione dei tributi“.

Infine potrebbe servire, in ottica PNRR “una riforma organica del Titolo VIII del Tuel avrebbe come positivo effetto collaterale una più solida stabilizzazione del quadro normativo, soggetto in questi anni a molteplici interventi di carattere congiunturale”, osservano i giudici contabili.

Il testo completo del report

A questo link potete consultare il testo completo dell’audizione della Corte dei Conti.

 

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments