Bonus idrico: efficientamento finalizzato al risparmio delle risorse idriche

Francesco Foglia • 12 Ottobre 2021

bonus-idrico-risparmio-risorseBonus Idrico: 20 milioni per interventi di efficientamento finalizzati al  risparmio delle risorse idriche.


Il Ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, ha firmato lo scorso 27 settembre, il decreto che definisce modalità e termini per l’ottenimento del bonus idrico.

Il provvedimento, rende disponibili risorse per 20 milioni di euro e va ad attuare quanto previsto dall’art. 1 commi dal 61 al 65 della Legge n.178 del 30 dicembre 2020 (Legge di stabilità 2021).

Bonus idrico per efficientamento risparmio delle risorse idriche

Il bonus è finalizzato a perseguire il risparmio delle risorse idriche e viene riconosciuto nel limite massimo di 1.000 euro per ciascun beneficiario, per le spese effettivamente sostenute dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021.

Potrà essere richiesto una sola volta e per un solo immobile, per le spese effettivamente sostenute per interventi di efficientamento idrico fino ad esaurimento delle risorse stanziate.

Dal sito del MiTE apprendiamo che beneficiari del bonus possono essere tutti i maggiorenni residenti in Italia, titolari del diritto di proprietà o di altro diritto reale,  nonché di diritti personali di godimento già registrati alla data di presentazione dell’istanza, su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari, per interventi di sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto e di apparecchi di rubinetteria, soffioni doccia e colonne doccia esistenti con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua.

Per ottenere il rimborso, i beneficiari devono presentare apposita istanza, registrandosi su di un’applicazione web, denominata “Piattaforma bonus idrico”, accessibile, previa autenticazione, dal sito del Ministero della Transizione Ecologica che sarà disponibile entro 60 giorni dalla data di registrazione del decreto ministeriale. I rimborsi saranno emessi secondo l’ordine temporale di arrivo delle istanze fino ad esaurimento delle risorse, pari ad euro 20 milioni per l’anno 2021 e solo a seguito dei relativi controlli.

 

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di Francesco Foglia
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments