fbpx

Bonus Infissi 2018: vademecum sulle regole per le detrazioni fiscali

lentepubblica.it • 29 Marzo 2018

bonus-infissi-2018Bonus Infissi 2018: ecco una guida per la detrazione sulla sostituzione degli infissi, dato che da quest’anno anche su quest’operazione è prevista la possibilità di usufruire del bonus mobili.


La sostituzione di infissi esterni con modifica di materiale o tipologia di infisso, oltre che alla detrazione per recupero edilizio, da diritto anche al bonus per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni). Secondo l’Agenzia delle entrate, le finestre rientrano tra gli interventi agevolabili, ma ad alcune condizioni, tenendo conto anche delle ultime novità introdotte dalla Legge di bilancio 2018.

 

In generale, gli interventi per i quali si può ottenere la detrazione rientrano in tre categorie:

 

  • manutenzione straordinaria
  • restauro e risanamento conservativo
  • ristrutturazione edilizia effettuati su immobili residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e sulle loro pertinenze.

 

Le finestre rientrano nella prima, quella che riguarda la ristrutturazione edilizia. In particolare, la Guida spiega che rientrano nella voce “Interventi relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi”, ad esempio furto, aggressione, sequestro di persona.

 

Un bonus valido limitatamente agli interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati a decorrere dal 1mo gennaio 2017 (articolo 16 comma 2, Dl 63/2013 come modificato dall’articolo 1, comma 3, legge 205/2017).  Si ricorda che, a prescindere dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione, il bonus mobili deve essere calcolato su un importo massimo di 10mila euro, riferito complessivamente alle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami