Calcolo fondo crediti di dubbia esigibilità: i chiarimenti Arconet

lentepubblica.it • 10 Marzo 2020

calcolo-fondo-crediti-dubbia-esigibilitaCalcolo agevolato del FCDE. Arconet conferma: indicatori elaborati a partire dalle evidenze contabili.


Calcolo fondo crediti di dubbia esigibilità. Nel 2020 e nel 2021 gli enti locali, ai sensi del comma 79 della legge di bilancio per il 2020, possono calcolare il fondo crediti di dubbia esigibilità (FCDE) applicando la percentuale del 90%, piuttosto che quella, rispettivamente, del 95% e del 100%, a condizione che abbiano rispettato i tempi di pagamento dei debiti commerciali nell’esercizio precedente a quello di riferimento.

Tale condizione è verificata mediante l’elaborazione dell’indicatore di riduzione del debito pregresso e di quello di ritardo annuale dei pagamenti di cui all’articolo 1, comma 859, lettere a) e b), della legge n. 145 del 2018.

Come anticipato nella Nota di lettura ANCI-IFEL alla legge di bilancio, gli enti locali, limitatamente al 2020, potranno calcolare gli indicatori riferiti al 2019 sulla base delle informazioni presenti nelle registrazioni contabili degli enti.

Ad affermarlo è la Ragioneria Generale dello Stato con la risposta al quesito n. 38 pubblicata nelle FAC dell’area Arconet.

Calcolo fondo crediti di dubbia esigibilità: cos’è?

Il calcolo del fondo crediti di dubbia esigibilità nasce da un’esigenza di trasparenza e da quella di far emergere nel bilancio tutte le poste e le transazioni contabili.

Sono accertate per intero anche le entrate di dubbia e difficile esazione, per le quali non è certa la riscossione integrale. Si considerano tali

  • le sanzioni amministrative al codice della strada
  • e i proventi derivanti dalla lotta all’evasione

a fronte delle quali nella spesa viene inserito il Fondo crediti di dubbia esigibilità (Fcde).

L‘ente locale è libero di individuare quali siano le entrate di dubbia esigibilità, in relazione alle quali quantificare il fondo. Tuttavia dovrà distinguerle da quelle certe, motivando la relativa scelta.

Infine il calcolo del Fcde deve essere effettuato considerando la media delle riscossioni con riferimento al quinquennio precedente. Questo tenendo in considerazione gli esercizi chiusi al momento della predisposizione del bilancio di previsione.

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami