fbpx

Canone RAI: domanda esonero over 75, ancora pochi giorni

lentepubblica.it • 20 Aprile 2015

rai 2Le persone anziane con redditi bassi entro fine mese possono inviare la dichiarazione sostitutiva che li dispensa dalla tassa sul possesso di apparecchi radiotelevisivi.

 

Giovedì 30 aprile scadono i termini per inviare la domanda di esenzione dal pagamento del canone Rai destinata agli ultra 75enni. Per avere diritto all’esonero è necessario aver compiuto quell’età entro il 31 gennaio scorso e non aver oltrepassato nel 2014, insieme al coniuge, il reddito complessivo di 6.713,98 euro. Occorre, inoltre, non convivere con altri soggetti, diversi dal coniuge, titolari di reddito proprio.

 

Redditi “in” e “out”
Per verificare la sussistenza del requisito reddituale, va considerato che concorrono al raggiungimento del limite:

 

 

  • il reddito imponibile (al netto degli oneri deducibili) risultante dalla dichiarazione dei redditi presentata per l’anno precedente. In caso di esonero dalla dichiarazione, si deve fare riferimento al reddito indicato nella Certificazione unica
  • i redditi soggetti a imposta sostitutiva o ritenuta a titolo di imposta (ad esempio, gli interessi maturati su depositi bancari, postali, Bot, Cct e altri titoli di Stato, i proventi di quote di investimenti)
  • le retribuzioni corrisposte da enti o organismi internazionali, rappresentanze diplomatiche e consolari e missioni, nonché quelle corrisposte dalla Santa Sede, dagli enti gestiti direttamente da essa e dagli enti centrali della Chiesa cattolica
  • i redditi di fonte estera non tassati in Italia.

 

 

Viceversa, ne sono esclusi:

 

 

  • i redditi esenti da Irpef (ad esempio pensioni di guerra, rendite Inail, pensioni di invalidità)
  • il reddito dell’abitazione principale e relative pertinenze
  • i trattamenti di fine rapporto e relative anticipazioni
  • altri redditi soggetti a tassazione separata.

 

Modalità di invio della domanda

Per ottenere l’esenzione, è necessario presentare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio (il modello è reperibile sul sito dell’Agenzia, in un qualunque ufficio delle Entrate o presso gli sportelli delle sedi regionali della Rai) e una fotocopia del documento di identità.

 

La documentazione può essere consegnata direttamente a un ufficio territoriale delle Entrate o inviata con plico raccomandato, senza busta, all’indirizzo: Agenzia delle Entrate – Direzione provinciale I di Torino – Ufficio territoriale di Torino 1 – Sportello S.A.T. – Casella postale 22 – 10121 – Torino.

Fonte: Fisco Oggi, Rivista Telematica dell'Agenzia delle Entrate - articolo di Patrizia de Juliis
avatar
  Subscribe  
Notificami