Capacità Fiscale dei Comuni: novità sulle aliquote standard

lentepubblica.it • 17 Maggio 2016

cuneoIl decreto che aggiorna le “capacità fiscali” dei Comuni, cioè il gettito prodotto dal fisco locale ad aliquota standard in tutti gli enti locali, sta per essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Dal nuovo quadro emerge il dato secondo cui la capacità fiscale dei Comuni vale 30,1 miliardi di euro e, per il 43%, essa è rappresentata da Imu e Tasi.

 

Si è ritenuto di dover procedere all’integrazione della nota metodologica e all’aggiornamento della stima delle capacità fiscali per singolo comune delle regioni a statuto ordinario mediante l’adozione di un nuovo decreto ministeriale ai sensi del citato articolo 43, comma 5-quater, del decreto-legge n. 133 del 2014, al fine di considerare, come previsto dall’articolo 1, comma 2, del decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 11 marzo 2015, i mutamenti normativi intervenuti in materia di imposta municipale propria e di tributo per i servizi indivisibili ad opera dell’articolo 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208, della variazione dei dati di riferimento nonché di correttivi metodologici alla procedura di stima relativa alla sola capacità fiscale residuale.

 

L’articolo 1, comma 380-quater, della legge n. 228 del 2012, tabilisce che per gli anni 2015 e 2016, l’ammontare complessivo della capacità fiscale dei comuni delle regioni a statuto ordinario è determinata in misura pari all’ammontare complessivo delle risorse nette spettanti ai predetti comuni a titolo di imposta municipale propria e di tributo per i servizi indivisibili, ad aliquota standard, nonché a titolo di Fondo di solidarietà comunale netto per gli anni 2015 e 2016, ed è pari al 45,8 per cento dell’ammontare complessivo della capacità fiscale.

 

L’articolo 43, comma 5-quater, del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 novembre 2014, n. 164, dispone che con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, sono adottate, previa intesa in sede di Conferenza Stato-città ed autonomie locali, la nota metodologica relativa alla procedura di calcolo e la stima delle capacità fiscali per singolo comune delle regioni a statuto ordinario, di cui all’articolo 1, comma 380-quater, della legge n. 228 del 2012.

 

In allegato lo schema di decreto.

 

 

 

 

 

Fonte: MEF - Ministero dell'Economia e delle Finanze
avatar
  Subscribe  
Notificami