fbpx

Certificazione unica Inps 2019: le modalità di rilascio

lentepubblica.it • 8 Aprile 2019

certificazione-unica-inps-2019Certificazione unica Inps 2019: le modalità di rilascio. Chi è in possesso del pin può scaricare e stampare la documentazione dal sito dell’istituto, accedendo alla propria area personale; è possibile anche delegare un intermediario.


Sportello dedicato presso gli uffici territoriali, postazioni informatiche self-service, download dal sito, casella pec, patronati, Caf, professionisti, Comuni e altre Pa, sportello mobile, spedizione al proprio domicilio: sono i diversi canali a disposizione dei cittadini per ottenere la certificazione unica 2019 da parte dell’Inps, che l’istituto previdenziale è tenuto a predisporre e consegnare ogni anno in qualità di sostituto d’imposta.

Le diverse modalità di rilascio sono dettagliatamente descritte nella circolare n. 50/2019.

Canale telematico

Chi è in possesso del Pin Inps, anche ordinario, può scaricare e stampare la certificazione unica dal sito dell’istituto, accedendo alla propria area personale o seguendo questo percorso di navigazione: “Prestazioni e servizi” > “Tutti i servizi” > Certificazione unica 2019 (Cittadino) > (codice fiscale e PIN).

Al servizio di rilascio telematico si può accedere anche usando le credenziali Spid che, però, devono essere almeno di secondo livello o superiore (vanno richieste agli identity provider accreditati dall’Agid, Agenzia per l’Italia digitale).

Modalità alternative a quella telematica

L’Inps, tuttavia, per venire incontro alle esigenze dei cittadini che non vogliono o non possono utilizzare i servizi on line, ha predisposto diverse modalità alternative.

Uffici territoriali

In primo luogo, l’Istituto ricorda che presso tutti gli uffici territoriali è disponibile almeno uno sportello dedicato al rilascio cartaceo della certificazione unica. In questo caso, il documento può essere consegnato solo all’intestatario, ferma restando, però, la possibilità di delega.

Postazioni informatiche self-service

Negli uffici territoriali, inoltre, sono disponibili anche postazioni informatiche self-service, attraverso le quali i cittadini in possesso del Pin possono direttamente scaricare e stampare la certificazione unica, potendo contare anche sull’assistenza del personale dell’ufficio Relazioni con il pubblico (Urp). Sono previste modalità di accesso facilitato mediante l’utilizzo della tessera sanitaria (Ts) o della tessera sanitaria – carta nazionale dei servizi (Ts-Cns).

Posta elettronica certificata

Coloro che hanno una casella pec possono ricevere la certificazione unica direttamente al proprio indirizzo di posta elettronica certificata. La richiesta va fatta inviando un messaggio all’indirizzo richiestacertificazioneunica@postacert.inps.gov.it, a cui bisogna allegare la copia di un documento di identità.

Patronati, Caf, professionisti

Per ottenere la Cu è possibile anche rivolgersi a patronati, Caf e professionisti abilitati all’assistenza fiscale o alla presentazione telematica delle dichiarazioni dei redditi, in possesso di certificato Entratel. In tal caso, per l’accesso ai servizi:

– i professionisti devono utilizzare il Pin dispositivo dell’Inps o le credenziali Spid almeno di – secondo livello o la carta nazionale dei servizi (Cns)
– i Caf e i Patronati devono utilizzare Spid (credenziali almeno di secondo livello) o la Cns.

In ogni caso, l’intermediario, prima di accedere alla certificazione unica, deve identificare l’interessato e acquisire la sua delega specifica al servizio, oltre alla copia di un suo documento di riconoscimento.

Nella delega rilasciata per il prelievo della Cu devono essere indicate le seguenti informazioni:

– dati anagrafici dell’interessato e relativo codice fiscale
– anno d’imposta cui si riferisce la Cu
– data di conferimento della delega.

Inoltre, prima di visualizzare la Cu, l’intermediario deve inserire in procedura alcuni dati riguardanti l’intestatario del documento e cioè codice fiscale, delega specifica, tipologia ed estremi del documento di identità, data della delega. In aggiunta, deve essere inserito uno tra i seguenti elementi:

– posizione previdenziale (numero pensione)
– numero progressivo della delega (in base al registro di protocollo interno dell’intermediario)
– inserimento di un file con la scannerizzazione della delega all’intermediario e del documento di identità in corso dell’intestatario della Cu.

Tranne il caso in cui l’intermediario li abbia inseriti in procedura mediante scansione, la delega in originale e la copia del documento di riconoscimento dell’interessato devono essere conservati per almeno tre anni dal rilascio ed essere esibiti a richiesta dell’Inps per eventuali controlli.

Comuni e altre pubbliche amministrazioni abilitate

È possibile ottenere la certificazione unica 2019 anche rivolgendosi ai comuni e alle altre pubbliche amministrazioni che, a seguito della sottoscrizione di un apposito protocollo con l’Inps, hanno attivato un punto cliente di servizio.

Sportello Mobile

L’Inps ha predisposto anche un servizio dedicato a particolari categorie di utenti (ad esempio, ultraottantenni titolari di indennità di accompagnamento o di comunicazione, titolari di indennità speciale – categoria: ciechi civili – indipendentemente dall’età) che non possono utilizzare i canali fisici e telematici messi a disposizione dall’Istituto. Questo servizio si chiama “Sportello Mobile” e può essere utilizzato per l’erogazione con modalità agevolate di alcuni servizi istituzionali, tra cui il rilascio della certificazione unica.

Tutti coloro che hanno ricevuto l’avviso di inserimento nell’iniziativa possono chiamare il numero indicato nella comunicazione per richiedere all’ufficio competente l’invio della Cu direttamente al proprio domicilio.

Pensionati residenti all’estero

I pensionati residenti all’estero, invece, possono richiedere la certificazione chiamando i seguenti numeri: 003906.59058000 e 003906.59053132 (dalle 8 alle 19, ora italiana).

Spedizione al domicilio

Infine, a fronte della dichiarata impossibilità di accedere alla certificazione, direttamente o con delega, attraverso i servizi indicati, è possibile richiedere l’invio della Cu al proprio domicilio. In tal caso, l’interessato deve chiamare, da rete fissa o mobile, il numero verde 800434320 (con risponditore automatico).

La spedizione della certificazione unica può essere richiesta anche chiamando il contact center multicanale al numero 803164 (gratuito e abilitato solo alle chiamate da rete fissa) oppure lo 06164164 (da rete mobile), con costi variabili in base al proprio piano tariffario.

Rilascio della certificazione unica a una persona diversa dal titolare

La richiesta di rilascio della Cu a una persona diversa dal titolare può essere presentata sia da chi è stato appositamente delegato sia da parte degli eredi del titolare deceduto.

Nella prima ipotesi, alla richiesta deve essere allegata la delega, con la quale si autorizza esplicitamente l’Inps al rilascio della certificazione, e la fotocopia di un documento di riconoscimento del delegante e del delegato. È possibile presentarsi agli sportelli degli uffici territoriali con un numero di deleghe non superiore a due.

Nel secondo caso, invece, alla richiesta deve essere allegata una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (con la quale il richiedente attesta la propria qualità di erede) e una fotocopia del proprio documento di riconoscimento.

Fonte: Fisco Oggi, Rivista Telematica dell'Agenzia delle Entrate - articolo di Gennaro Napolitano
avatar
  Subscribe  
Notificami