lentepubblica

Chiedilo con una mail: il servizio dell’Agenzia delle entrate

lentepubblica.it • 6 Settembre 2022

mail-servizio-agenzia-entrateTra le varie opzioni per ricevere supporto dall’Agenzia delle entrate esiste il servizio di assistenza tramite mail o PEC: ecco in breve di cosa si tratta.


L’Agenzia delle entrate, in una logica di semplificazione e trasparenza, offre servizi di assistenza “a più livelli”.

Si tratta di una formula che vuole agevolare maggiormente gli esercenti ma anche i semplici cittadini, che a volte rischiano di perdersi nella giungla burocratica.

Questi servizi, in sintesi:

  • da un lato mirano a imprimere un utilizzo sistematico e più “intensivo” dei canali telematici
  • dall’altro garantiscono un contatto con l’amministrazione finanziaria attraverso sistemi più colloquiali e alla portata di tutti, tramite per esempio la posta elettronica o il canale telefonico.

Le modalità di accesso all’offerta di assistenza messe a disposizione dall’Agenzia sono così articolate:

  • e-mail o PEC
  • canale telematico
  • canale telefonico
  • contatto diretto allo sportello

La nostra redazione vi spiega oggi, brevemente, come funziona il servizio di assistenza tramite mail.

Il servizio di assistenza tramite mail dell’Agenzia delle entrate

In generale l’Agenzia delle Entrate fornisce un supporto tramite email o Pec per le seguenti finalità:

  • richiedere servizi normalmente erogati tramite sportello;
  • ricevere direttamente assistenza e informazioni.

Richiesta servizi erogati normalmente tramite sportello

L’Agenzia delle entrate ha semplificato le procedure per richiedere, anche tramite e-mail o Pec, alcuni servizi che normalmente vengono erogati presso gli sportelli degli uffici territoriali.

In via generale, il cittadino per avere un servizio presenta la richiesta via e-mail, Pec o tramite i servizi telematici dell’Agenzia e allega la documentazione necessaria, indicando i propri riferimenti per gli eventuali contatti successivi.

Le imprese in possesso di Pec devono inviare le richieste preferibilmente tramite questo canale (è possibile così una più rapida trattazione della richiesta).

Qui sono disponibili gli indirizzi mail e Pec degli uffici dell’Agenzia.

Se il servizio richiesto è già offerto dall’Agenzia all’interno dell’area riservata dei servizi telematici, gli utenti in possesso di credenziali per l’accesso (come intermediari, professionisti, società, eccetera) continuano a utilizzare lo stesso canale di comunicazione con l’amministrazione (per esempio il canale CIVIS).

Richiesta assistenza e informazioni

Inoltre, nella logica di fornire un servizio di contact center pervasivo, l’Agenzia delle Entrate consente al cittadino di ricevere anche assistenza e informazioni tramite la propria webmail.

Tramite questo canale non viene fornita risposta ai quesiti relativi ad argomenti su cui l’Agenzia delle entrate non si sia ancora pronunciata mediante circolari o risoluzioni. In tal caso è possibile presentare un’istanza di interpello.

Il servizio è dedicato all’utenza non professionale e ai cittadini che non si avvalgono dell’assistenza di un intermediario per chiedere informazioni in materia fiscale di carattere generale.

Non è possibile ricevere informazioni su posizioni fiscali personali o sullo stato di una pratica in corso per le quali l’Agenzia garantisce altri canali di assistenza. Ogni webmail può contenere un solo quesito.

Come funziona?

Il servizio è disponibile all’interno dell’area riservata dell’Agenzia delle entrate.

Dopo aver scelto l’argomento nel menu a tendina l’utente può inserire il suo quesito. L’utente ha a disposizione un massimo di 1500 caratteri.

Verrà inviata una risposta alla casella di posta elettronica registrata sui servizi telematici. Per poter fruire del servizio occorre aver registrato la propria e-mail attivando il servizio “email-sms” e cliccando la voce “avvisi”.

È possibile consultare l’elenco delle richieste di assistenza inviate. Inoltre, è prevista la possibilità di replicare alla e-mail di risposta entro 30 giorni dal ricevimento della stessa, solamente una volta.

Per dare risposta al maggior numero di utenti, è previsto un limite giornaliero di 1 sola mail e un massimo di 20 annue per singolo cittadino.

Dopo aver effettuato l’accesso, per utilizzare il servizio, scegliere la voce di menù Webmail nella sezione Assistenza Tecnica e Fiscale.

 

4 1 vote
Article Rating

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments