Comune di Aosta. Tasi, 163 euro in meno rispetto alla vecchia Imu

lentepubblica.it • 20 Maggio 2014

“Volevamo incidere il meno possibile sulle tasche dei cittadini. Per questo abbiamo applicato l’aliquota minima coinvolgendo anche gli inquilini. Una scelta che ci siamo potuti permettere grazie ad un bilancio sano, anche se per il ‘patto di stupidità’ non possiamo fare investimenti”. Così, intervistato da Repubblica, il sindaco di Aosta, Bruno Giordano, spiega i 163 euro in meno della Tasi rispetto alla vecchia Imu.   
“Dal 2010 siamo riusciti a ridurre le spese di circa 5 milioni su un bilancio di 63. Certo, avendo tenuto al minimo l’aliquota i cittadini si accontenteranno. Non si potranno incrementare i servizi, che sono comunque di qualità eccellente. Incassando di meno non possiamo fare di più di quel che già facciamo”. Quanto agli inquilini, “abbiamo consultato tutte le associazioni di categoria. Gli inquilini pagano lo 0,30 del dovuto. Pagare non fa mai piacere, ma ci sembrava equo, altrimenti molti proprietari si sarebbero trovati due tasse intere: Tasi e Imu”. “Chi ha alloggi di lusso pagherà l’1,5 per mille e il 2 per mille a seconda della classe”.

FONTE: Anci

casa 7

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami