Con le Convenzioni CONSIP le PA risparmiano sugli acquisti?

lentepubblica.it • 27 Febbraio 2017

acquisti pubblici centralizzatiXIV edizione della Rilevazione 2016 realizzata dal Ministero dell’Economia presso le pubbliche amministrazioni sugli Acquisti della PA: emerge l’importanza delle Convenzioni CONSIP.

 


 

L’obiettivo della rilevazione, realizzata in collaborazione con l’Istat, è individuare la differenza tra i prezzi ottenuti con gli strumenti del programma di razionalizzazione degli acquisti e quelli pagati dalle amministrazioni per gli approvvigionamenti delle medesime categorie merceologiche al di fuori del sistema.

 

La “Rilevazione MEFISTAT”, giunta nel 2016 alla XIV edizione, ha l’obiettivo di rilevare i prezzi unitari di acquisto per beni e servizi della Pubblica Amministrazione. L’edizione 2016 dell’iniziativa è stata progettata mantenendo sostanzialmente invariata la numerosità del campione di Amministrazioni ed aggiornandone, in parte, la composizione. In continuità con il passato, al fine di ridurre i tempi richiesti e semplificare le procedure di inserimento dati, la Rilevazione è stata condotta esclusivamente in modalità telematica.

 

I risultati della rilevazione, che fa riferimento agli acquisti effettuati nel 2015, confermano che le Convenzioni stipulate dalla Consip per gli acquisti delle Pa centrali e locali sono “assolutamente vantaggiose” (come nel caso di telefonia mobile, stampanti, e personal computer).

 

Per quanto riguarda, invece, il Mercato Elettronico della PA (Mepa) dallo studio emerge la necessità di un miglioramento nell’utilizzo del sistema da parte dei responsabili degli acquisti pubblici, semplificando le procedure di accesso, limitando il ricorso agli ordini diretti e cercando di sfruttare al meglio le potenzialità di risparmio.

 

In allegato tutti i dati elaborati dal MEF e dall’ISTAT.

 

 

Fonte: CONSIP
avatar
  Subscribe  
Notificami