fbpx

Credito per autotrasportatori: F24, modificate le istruzioni di compilazione

lentepubblica.it • 21 Aprile 2015

causale, pagamentoLe rettifiche sono state chieste dall’Agenzia delle Dogane per adeguarsi alle novità di legge sulla disciplina che regola la fruizione in compensazione del bonus fiscale.

 

Ritoccate le istruzioni di compilazione del modello F24 in caso di utilizzo del codice tributo “6740”. Le nuove indicazioni fanno seguito alle modifiche normative (articolo 61 del Dl 1/2012) che hanno interessato gli adempimenti cui sono tenuti gli esercenti attività di autotrasporto merci per fruire dell’agevolazione relativa alle accise sul gasolio.
Questo il contenuto della risoluzione n. 39/E del 20 aprile 2015.

 

La disciplina sull’agevolazione fiscale a favore degli autotrasportatori (Dpr 277/2000) prevedeva, tra l’altro, che gli interessati dovessero presentare al competente ufficio delle Dogane, entro il 30 giugno successivo alla scadenza di ciascun anno solare, un’apposita dichiarazione sottoscritta dal titolare o dal rappresentante dell’impresa, contenente una serie di informazioni, tra cui i dati identificativi della società, il numero di autoveicoli ammessi al beneficio, il numero dei litri di gasolio consumati per i quali è richiesto il rimborso.

 

A seguito delle modifiche introdotte dal Dl 1/2012, ora la dichiarazione va inviata, a pena di decadenza, non più entro il 30 giugno dell’anno successivo, ma entro il mese successivo alla scadenza di ciascun trimestre solare. Il credito, inoltre, deve essere utilizzato in compensazione non più entro l’anno solare, ma “entro il 31 dicembre dell’anno solare successivo a quello in cui è sorto”.

 

La risoluzione di oggi, dunque, fornisce le nuove istruzioni per compilare correttamente il modello F24 in caso di fruizione del credito d’imposta in compensazione.

 

In particolare, nel campo “rateazione/regione/prov/mese-rif” deve essere riportato il numero della rata: due caratteri per indicare il trimestre solare di riferimento, altri due per segnalare l’anno di consumo del gasolio (ad esempio, “0215” per rappresentare il trimestre aprile-giugno 2015).

 

Nel campo “anno di riferimento” va invece evidenziato, nel formato “AAAA”, l’anno di presentazione della dichiarazione di riferimento.

Fonte: Fisco Oggi, Rivista Telematica dell'Agenzia delle Entrate
avatar
  Subscribe  
Notificami