lentepubblica

Dichiarazione dei redditi 2019, chi non la deve fare? Alcune indicazioni

lentepubblica.it • 20 Marzo 2019

dichiarazione-dei-redditi-2019-chi-non-la-deve-fareSi avvicina l’appuntamento con la dichiarazione dei redditi 2019: chi non la deve fare? Ecco alcuni chiarimenti relativi a chi può fruire dell’esonero.


L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti una dichiarazione dei redditi precompilata con diversi dati già inseriti: dalle spese sanitarie a quelle universitarie; dalle spese funebri ai premi assicurativi, dai contributi previdenziali ai bonifici per interventi di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica, e altro ancora.

Chi accetta online il 730 precompilato senza apportare modifiche non dovrà più esibire le ricevute che attestano oneri detraibili e deducibili e non sarà sottoposto a controlli documentali.

Oltre al 730 è disponibile anche il modello Redditi persone fisiche precompilato.

Il contribuente deve controllare se è obbligato a presentare la dichiarazione dei redditi – modello 730 o modello REDDITI – oppure se è esonerato. Il contribuente è tenuto a presentare la dichiarazione se ha conseguito redditi nell’anno 2018 e non rientra nelle ipotesi di esonero elencate nelle tabelle fornite dall’Agenzia. In questo caso deve verificare se può presentare il modello 730 o deve presentare il modello REDDITI, secondo le
istruzioni fornite nei seguenti paragrafi.

Dichiarazione dei redditi 2019, chi non la deve fare?

Secondo le indicazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate, nelle istruzioni per la Compilazione della Dichiarazione dei Redditi 2019, tra le altre informazioni specifica anche chi è escluso dall’obbligo di presentazione.

  • È esonerato dalla presentazione della dichiarazione il contribuente che possiede esclusivamente i redditi indicati nella prima colonna, se si sono verificate le condizioni descritte nella seconda colonna. L’esonero non si applica se il contribuente deve restituire in tutto o in parte, il bonus Irpef.

  • È esonerato dalla presentazione della dichiarazione il contribuente che possiede esclusivamente i redditi indicati nella prima colonna, nei limiti di reddito previsti nella seconda colonna, se si sono verificate le condizioni descritte nella terza colonna. L’esonero non si applica se il contribuente deve restituire in tutto o in parte, il bonus Irpef.

  • In generale è esonerato dalla presentazione della dichiarazione il contribuente, non obbligato alla tenuta delle scritture contabili, che possiede redditi per i quali è dovuta un’imposta non superiore ad euro 10,33 come illustrato nello schema seguente:

 

Casi in cui va comunque presentata

La dichiarazione deve comunque essere presentata se le addizionali all’Irpef non sono state trattenute o sono state trattenute in misura inferiore a quella dovuta.

La dichiarazione deve essere presentata anche se sono stati percepiti esclusivamente redditi che derivano dalla locazione di fabbricati per i quali si è optato per la cedolare secca.

La dichiarazione può essere presentata, anche in caso di esonero, per dichiarare eventuali spese sostenute o fruire di detrazioni o per chiedere rimborsi relativi a crediti o eccedenze di versamento che derivano dalle dichiarazioni degli anni precedenti o da acconti versati per il 2018.

 

0 0 votes
Article Rating
Fonte: Agenzia delle Entrate
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
trackback
7 Luglio 2021 15:18

[…] dettate dall’articolo 3, Dpr 322/1998, individuano infatti in modo tassativo le modalità di presentazione della dichiarazione. Tali modalità sono vincolanti per i contribuenti, con la conseguenza che non può essere […]