Dilazione debiti Equitalia: possibile anche per decaduti nell’ultimo biennio

lentepubblica.it • 18 Novembre 2015

debiti 4Scadenza festiva, scadenza prorogata al primo, successivo, giorno feriale. La regola vale anche per i contribuenti decaduti da un piano di pagamento rateale tra il 22 ottobre 2013 e il 21 ottobre 2015, che intendono concordare con Equitalia una nuova dilazione delle somme non versate a suo tempo, fino a un massimo di 72 rate. Il termine per inoltrare la richiesta alla società di riscossione nazionale è spostato da sabato 21 a lunedì 23 novembre. Per sfruttare l’opportunità, è necessario presentare una specifica domanda, utilizzando gli appositi modelli disponibili presso gli sportelli e sul sito del gruppo Equitalia.

 

La possibilità di essere riammessi a un programma di pagamento frazionato è stata offerta dal decreto legislativo 159/2015 (“Misure per la semplificazione e la razionalizzazione delle norme in materia di riscossione”), che ha aperto la nuova finestra in favore di chi è debitore nei confronti di Equitalia. In questo caso, però, il piano concesso non è prorogabile e si verifica decadenza se non si pagano due rate anche non consecutive.

 

Per aderire al beneficio, bisogna presentare una specifica domanda, utilizzando i modelli disponibili presso gli sportelli di Equitalia e sul sito del gruppo Equitalia, nella sezione Rateizzazione – Modulistica, presente nell’Area cittadini e nell’Area imprese. La richiesta può essere inviata anche tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.

Fonte: Fisco Oggi, Rivista Telematica dell'Agenzia delle Entrate
avatar
  Subscribe  
Notificami