fbpx

Dl Crescita 2019, gli emendamenti ANCI presentati a Commissioni Bilancio e Finanze della Camera

lentepubblica.it • 16 Maggio 2019

dl-crescita-2019-emendamenti-anciDl Crescita 2019, gli emendamenti ANCI presentati a Commissioni Bilancio e Finanze della Camera. Ecco un riepilogo.


Proroga contabilità economico patrimoniale per i piccoli Comuni, norme per i Comuni in pre-dissesto, mutui, personale, edilizia scolastica, norme antincendio, Tari. Sono questi alcuni degli argomenti su cui si concentrano gli emendamenti al Dl Crescita che Anci ha predisposto e consegnato alle Commissioni Bilancio e Finanze della Camera.

Dl Crescita 2019, gli emendamenti ANCI

Un esempio su tutti è quello della proposta di proroga per la contabilità economico-patrimoniale dei Piccoli Comuni.

Nel corso del 2018 e, da ultimo, nella fase di predisposizione del rendiconto, si sono evidenziate situazioni di particolare difficoltà legate all’introduzione della contabilità economico-patrimoniale nei comuni con meno di 5mila abitanti, in ragione del forte aggravio che gli adempimenti connessi richiedono agli esigui apparati tecnici di tali enti.

La norma proposta, pertanto, proroga di due anni la tenuta della CEP per tali enti, corrispondendo agli impegni più volte presi dal Governo, così da evitare che l’incompletezza del rendiconto 2018 possa comportare l’applicazione delle sanzioni per inefficacia dell’intero rendiconto, sanzioni che possono comportare lo scioglimento del consiglio comunale.

Nel periodo di proroga gli enti avranno la possibilità di comprendere appieno obiettivi, finalità e modalità di applicazione del principio contabile della contabilità economico patrimoniale, rafforzando le proprie competenze anche sulla base della formazione erogata dal Ministero dell’economia e delle finanze in collaborazione con SNA, ANCI ed UPI.

Nello stesso periodo appare inoltre auspicabile un intervento di semplificazione e adattamento dell’attuale normativa al fine di rendere più agevole gli adempimenti, in particolare per i piccoli Comuni.

Con il comma 2 viene ripristinato, a decorrere dal rendiconto 2019, l’obbligo di predisposizione dello stato patrimoniale sulla base di indispensabili semplificazioni, da disporre mediante provvedimento del Mef, anche sulla base delle proposte che vorrà formulare la commissione ARCONET.

A questo link il testo completo degli emendamenti ANCI.

 

Fonte: ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
avatar
  Subscribe  
Notificami