fbpx

DUP e Bilancio di Previsione: la scadenza è imminente

lentepubblica.it • 13 Novembre 2019

dup-bilancio-previsione-scadenzaScadenza ormai davvero imminente per gli Enti Locali: stringono infatti i tempi per la presentazione della nota di aggiornamento DUP e dello schema di Bilancio di Previsione.


DUP e Bilancio di Previsione: la scadenza per gli Enti Locali è oramai arrivata. Stringono infatti i tempi per la presentazione di due documenti fondamentali. Il primo è la nota di aggiornamento al DUP (Documento Unico di Programmazione). Nel secondo caso si tratta invece dello schema di Bilancio di Previsione.

Questo termine è fondamentale poiché indica  l’approvazione da parte della giunta della nota di aggiornamento al documento unico di programmazione (Dup). Nonchè dello schema di bilancio 2020/’22 da presentare all’organo consiliare, secondo quanto stabilito dal regolamento di contabilità.

DUP e Bilancio di Previsione: scadenza

Il termine ultime entro cui espletare queste importanti procedure è l’oramai prossimo venerdì 15 novembre.

Infatti, dopo l’approvazione in Giunta, entro venerdì 15 novembre, dell’eventuale nota di aggiornamento al Dup e dello schema di bilancio 2020/2022 da presentare all’organo consiliare, secondo quanto stabilito dal regolamento di contabilità, sia il Dup che il bilancio di previsione dovranno essere depositati per la successiva approvazione da parte del Consiglio, previa acquisizione del parere dell’organo di revisione.

L’articolo 7, comma 2, del Dl 78/15 consente nel 2020 di utilizzare senza vincoli di destinazione le entrate provenienti dalla rinegoziazione di mutui. Sempre ai fini dell’equilibrio corrente, potranno poi essere usati i proventi da alienazioni patrimoniali. Risultano usabuli anche se derivanti da azioni o piani di razionalizzazione purché si rispettino le condizioni previste per questa deroga.

Cosa sono nello specifico DUP e Bilancio di Previsione?

Il Documento Unico di Programmazione costituisce il presupposto necessario di tutti gli altri documenti di programmazione dell’Ente. Ovviamente deve attenersi al rispetto dei principi di coordinamento e coerenza dei documenti di bilancio.

La relativa nota di aggiornamento al DUP, è eventuale, in quanto può non essere presentata se sono verificare entrambe le seguenti condizioni:

  • il DUP è già stato approvato in quanto rappresentativo degli indirizzi strategici e operativi del Consiglio;
  • non sono intervenuti eventi da rendere necessario l’aggiornamento del DUP già approvato.

In caso contrario va presentata.

Lo schema di Bilancio di Previsione invece rappresenta ciò che il documento contabile esporrà in maniera sistematica in merito al reperimento e l’impiego delle risorse pubbliche. Rappresentando perciò il principale riferimento per l’allocazione, la gestione e il monitoraggio di entrate e spese.

All’interno dei documenti che compongono il bilancio, ha una funzione autorizzativa in quanto stabilisce ex-ante l’entità, la natura e la destinazione della spesa che il Comune potrà sostenere nel corso dell’anno e le relative modalità di finanziamento, attraverso la programmazione dell’entità, della natura e della provenienza delle entrate.

Il carattere autorizzativo del bilancio di previsione deriva dalla volontà del legislatore di subordinare le scelte finanziarie degli enti locali al preventivo consenso popolare, espresso attraverso il voto di delibera del Consiglio.

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami