Ecobonus, sconto in fattura 2019: modulo e istruzioni per la comunicazione

lentepubblica.it • 5 Agosto 2019

ecobonus-sconto-in-fattura-2019Ecobonus, sconto in fattura 2019: i contribuenti dovranno inviare un’apposita comunicazione all’Agenzia delle Entrate. Ecco il modulo e le istruzioni.


Il Decreto Legge n. 63/2013, convertito con modificazioni nella Legge n. 90 del 3 agosto 2013 e s.m. e i., la norma in commento prevede che:

“il soggetto avente diritto alle detrazioni può optare, in luogo dell’utilizzo diretto delle stesse, per un contributo di pari ammontare, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, anticipato dal fornitore che ha effettuato gli interventi e a quest’ultimo rimborsato sotto forma di credito d’imposta da utilizzare esclusivamente in compensazione, in cinque quote annuali di pari importo […]”

Il Decreto Crescita 2019, pertanto, introduce quella che si configura come una nuova modalità con cui i contribuenti possono fruire degli incentivi, in esecuzione sia degli interventi di riqualificazione energetica che degli interventi di adozione di misure antisismiche.

Ecobonus, sconto in fattura 2019: modulo e istruzioni

Il modulo per la comunicazione dell’opzione per l’applicazione immediata e come sconto sul corrispettivo dell’importo della detrazione spettante per i lavori rientranti nell’ambito dell’ecobonus e del sismabonus è stato pubblicato dall’Agenzia delle Entrate in allegato al provvedimento del 31 luglio 2019.

I soggetti beneficiari delle detrazioni devono comunicare all’Agenzia delle entrate tramite il modello di voler esercitare l’opzione entro il 28 febbraio dell’anno successivo a quello di sostenimento della spesa. Inoltre è bene ricordare che il modello può essere presentato presso uno degli uffici dell’Agenzia delle entrate. Oppure può essere inviato ai predetti uffici anche tramite posta elettronica certificata, sottoscritto con firma digitale oppure con firma autografa.

In quest’ultimo caso, il modello deve essere inviato unitamente a un documento d’identità del firmatario. Si ricorda che la comunicazione può essere effettuata, in alternativa, mediante i servizi telematici messi a disposizione nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate.

Con la sottoscrizione del modello il contribuente autorizza l’Agenzia delle entrate a rendere visibili ai cessionari o ai fornitori che applicano lo sconto. E di conseguenza ai loro incaricati del trattamento dei dati le informazioni relative ai propri dati anagrafici.

Al modello si allega la fotocopia del documento di identità del richiedente e, se presente, il documento di identità del rappresentante/tutore firmatario.

A questo link il modello in PDF.

A quest’altro link il testo completo delle istruzioni per la compilazione.

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami