fbpx

Decreto Enti Locali: la nota sulle norme di interesse per i Comuni

lentepubblica.it • 6 Agosto 2016

legge gazzetta ufficialePubblicata la nota di lettura Anci-Ifel al decreto enti locali sulle norme di interesse per i Comuni.

 

Si tratta di aspetti che in gran parte rimangono aperti e che potranno auspicabilmente essere recepiti dalla Legge di bilancio 2017, poiché riflettono l’esigenza, che è di carattere strutturale, di pervenire ad un quadro di stabilità, finanziaria e normativa, semplificando regole e vincoli che non hanno più giustificazioni, dando soluzione ad alcuni importanti problemi applicativi della nuova contabilità e ad altrettanto rilevanti questioni concernenti debiti dello Stato verso i Comuni, che non possono essere ignorate.

 

Tra le misure che hanno avuto il via libera, il fondo da 10 milioni per avviare un piano di interventi a sostegno del grano italiano, colpito da un crollo dei prezzi; la sospensione degli aumenti delle addizionali d’imbarco, pari a 2,5 euro, per i passeggeri degli aerei e la possibilità di nuove assunzioni negli asili nido anche per i Comuni che hanno sforato il patto di stabilità interno nel 2015.

 

Inoltre c’è l’ampliamento delle possibilità di assunzione (limite di copertura del turn over elevato al 75%) per i Comuni fino a 10 mila abitanti che abbiano un numero di dipendenti inferiore a quello ammesso per gli Enti Locali in condizione di dissesto sulla base di un rapporto medio dipendenti /popolazione per la corrispondente fascia demografica; e, per concludere, l’abolizione della sanzione economica per violazione del Patto 2015 da parte delle Città metropolitane e degli enti di area vasta e la riduzione al 30% della sanzione per i circa 140 Comuni non hanno rispettato il patto, con ulteriore detrazione delle spese effettuate in materia di edilizia scolastica.

 

In allegato il testo completo della nota di lettura.

Fonte: ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
avatar
  Subscribe  
Notificami